Skip to content

Attività di programmazione e controlli interni nelle banche

Informazioni tesi

  Autore: Mariarosaria Landi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze dell'economia e della gestione aziendale
  Relatore: Rosaria Cerrone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 181

L’obiettivo di questo lavoro di tesi è l’esame dei sistemi di controllo interno delle banche alla luce dei cambiamenti che hanno contribuito allo sviluppo del sistema bancario e all’accrescimento della rischiosità di tale attività. In particolare si vuole approfondire:
- la stretta relazione esistente tra le fasi di pianificazione e programmazione e la fase di controllo che possono essere considerate due facce della stessa medaglia;
- le caratteristiche ed il funzionamento dell’intero processo di pianificazione, programmazione e controllo nella realtà organizzativa della banca;
- il ruolo e le funzioni dell’internal audit - organo fondamentale del controllo interno - e delle relazioni esistenti tra lo stesso e gli altri soggetti deputati al controllo.
Tale lavoro, realizzato principalmente attraverso la consultazione e lo studio di testi, riviste e documenti normativi, è articolato in quattro capitoli.
Nel primo capitolo, viene presentato il sistema di pianificazione e controllo nei suoi aspetti generali, evidenziandone requisiti, compiti, scopi e funzioni. Particolare enfasi viene posta sulla stretta relazione esistente tra i momenti logici che lo caratterizzano, vale a dire pianificazione strategica, pianificazione operativa e controllo. Si evidenziano poi le peculiarità di tale sistema nel momento in cui viene inserito nella realtà organizzativa di una banca, le cause che ne hanno ritardato l’applicazione rispetto alle imprese industriali e le motivazioni che hanno reso questo passo inevitabile. Si conclude il primo capitolo con un inquadramento generale circa la normativa in materia di bank governance e le principali macro funzioni/responsabilità che i sistemi di controllo interno, secondo la stessa normativa, devono possedere.
Nel secondo capitolo vengono esaminati gli aspetti statici di un sistema di pianificazione e controllo, ossia la struttura organizzativa ed il sistema informativo.
Per quanto riguarda la struttura organizzativa, viene evidenziata l’importanza di dotare la banca di una struttura adeguata, articolata in diversi centri di responsabilità e caratterizzata da un ampio utilizzo del meccanismo di delega che permetta di distribuire poteri e responsabilità lungo tutta la scala gerarchica in relazione alle esigenze specifiche della banca. Per quanto riguarda il sistema informativo, esso costituisce un supporto fondamentale nelle diverse fasi del controllo di gestione. Diverse, infatti, sono la tipologia e la frequenza delle informazioni a seconda che ci si trovi nella fase di pianificazione, programmazione e controllo e a seconda dei soggetti destinatari delle stesse.
Nel terzo capitolo ci si concentra sull’aspetto dinamico del sistema, ossia i processi ed il loro funzionamento. Si comincia con la disamina del concetto di strategia e dell’importanza dell’analisi strategica che porta alla definizione della mission e degli obiettivi di lungo periodo della banca, per poi passare alla programmazione e alle fasi di elaborazione dei budget che permettono di avvicinare gli obiettivi di lungo periodo alla gestione corrente. Il budget rappresenta uno strumento fondamentale anche nella successiva fase di controllo in quanto permette di capire se quanto era stato prefissato è stato effettivamente conseguito oppure no. Nel caso di mancato raggiungimento degli obiettivi, è importante capire quali sono state le cause in modo da poter attuare tempestivamente gli opportuni aggiustamenti.
Nel quarto ed ultimo capitolo ci si concentra in maniera più specifica sul sistema di controllo interno, su quelli che sono i suoi obiettivi e sull’importanza della cultura aziendale e dell’ambiente di controllo per garantirne il corretto funzionamento. Si cerca anche di chiarire le differenze esistenti tra attività di revisione interna e controllo di gestione visto che spesso, erroneamente, vengono considerati la stessa cosa, mentre invece il controllo di gestione rientra negli aspetti valutati dall’attività di revisione interna. Attore fondamentale di quest’ultima è l’internal audit, un organo indipendente che tra i molteplici compiti ha quello di valutare la validità del sistema di controllo interno. A tal fine, si avvale della collaborazione di altri organi di controllo (Consiglio di amministrazione, Alta direzione, Banca d’Italia, Collegio sindacale e Società di revisione) instaurando con essi relazioni e collaborazioni più o meno intense a seconda del livello di controllo esercitato da ciascuno di essi sull’attività delle banche.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
7 Capitolo I Pianificazione e controllo: due facce della stessa medaglia 1.1 Il sistema di pianificazione e controllo nella realtà aziendale della banca “Un’azienda non consiste in un’attività di produzione in senso tecnico, non è lo stabilimento nel quale si svolgono fisicamente le operazioni di trasformazione nØ il luogo in cui si predispongono le condizioni per fornire servizi. L’azienda può essere meglio definita come un sistema di relazioni, i cui andamenti e risultati dipendono proprio dalle relazioni instaurate tra i vari tipi di fattori che compongono la sua struttura, dalla connessione tra le operazioni mediante le quali si cerca di ottenere ricchezza e di creare valore per la società e dal collegamento con l’ambiente economico, fisico, sociale in cui l’unità ha scelto di inserirsi, ossia lo scenario operativo. Il sistema di relazioni collega tutti i valori aziendali in un legame che unisce passato, presente e futuro, in quanto le scelte che interessano il sistema, composto da elementi tra loro interagenti, si riflettono in vario modo e a vario titolo sugli andamenti e sui valori nel tempo” 1 . In questa concezione ben si colloca la banca che ormai ha perso il suo ruolo centrale di “istituzione” per assumere sempre piø le caratteristiche di “impresa”. La grande novità che caratterizza il mondo bancario è rappresentata dal progressivo affermarsi di una nuova filosofia di gestione che vede il passaggio dalla tradizionale logica product oriented ad una nuova logica market oriented 2 . Come unità d’impresa, la banca ha dovuto focalizzare 1 Ferraris Franceschi R. (2007), Pianificazione e controllo, Giappichelli Editore, pag. 4 2 Il passaggio dalla banca-istituzione alla banca-impresa ha rappresentato per le banche italiane una vera e propria rivoluzione in quanto ha determinato la perdita di qualsiasi rendita di posizione derivante dal ruolo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi