Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Biodanza come prevenzione e supporto nelle patologie della terza età

La Biodanza, ideata dallo psicoterapeuta Rolando Toro, è una disciplina olistica utile per ristabilire l'equilibrio psicofisico a qualsiasi età. Anche nella terza età può essere utile per prevenire e supportare alcune patologie che distruggono lentamente l'individuo. La Biodanza stimola alcune parti interne del cervello e contrasta l'invecchiamento dei neuroni. Attraverso la musica, il movimento, l'emozione e l'incontro l'individuo viene sollecitato a prendere consapevolezza di sè, a volersi bene, ad amare la vita e a volerla vivere pienamente. L'ansia, la depressione, la paura cedono il posto alla serenità, alla gioia, alla sicurezza e tutto questo rende l'individuo forte e sano e quindi più resistente di fronte alle malattie.

Mostra/Nascondi contenuto.
8 INTRODUZIONE Tra le tante storie che arricchiscono il mio vissuto, rendendolo intenso e imprevedibile, ce n’è una in particolare che ha segnato la mia esistenza, apportando miglioramenti al mio stile di vita. Nel 2006 svolgevo la mia attività, come insegnante di lettere, nel corso serale di un Istituto Commerciale di Brindisi. Essendo vicina al pensionamento e avendo lavorato sempre con alunni giovani, sentivo il desiderio di dare il mio apporto a chi, già adulto, voleva raggiungere il diploma per una motivazione personale. Ho, così, concluso i miei ultimi anni di insegnamento a contatto con una realtà diversa da quella precedente, che mi ha nutrito e mi ha lasciato dei bellissimi ricordi. Nello stesso anno la voglia di allontanarmi dai soliti percorsi, mi conduceva verso altre ricerche, per scoprire nuovi sentieri. Non mi bastava più vivere la solita vita, volevo andare oltre. Un giorno, mentre leggevo un settimanale, la mia attenzione si fermò su una parola: “BIODANZA”. La mia nuova esistenza stava per incominciare, ma io non lo sapevo. La parola mi incuriosiva e già mi comunicava qualcosa che sentivo piacevole, pertanto, essendoci la possibilità di partecipare in Puglia, a Lecce, ad uno stage dal titolo “I quattro animali”, colsi subito l’occasione. Mai avrei immaginato di simulare le danze degli animali. Ricordo il mio imbarazzo, ma ebbi la sensazione di aver trovato quello che cercavo. Un solo stage non basta per capire il profondo significato esistenziale della Biodanza, ma ne ero rimasta tanto entusiasta che decisi subito di iscrivermi alla scuola. Dopo ogni sessione, mi sentivo diversa, più leggera, serena, allegra. I colleghi e gli alunni confermavano le mie sensazioni e quindi ero stimolata a parlare della Biodanza. Quando vedevo qualcuno lievemente depresso, proponevo di provare la Biodanza, tanto ero sicura dei suoi effetti, perché ne avvertivo i benefici.

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Annunziata Scarano Catanzaro Contatta »

Composta da 64 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 155 click dal 15/03/2016.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.