Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Toccare con gli occhi. Analisi delle variazioni percettive tattili e visive in un'esplorazione reale e virtuale

La presente tesi si occupa di analizzare, mediante l'uso di diversi strumenti di rilevazione, le variazioni percettive, sia tattili che visive, che un soggetto attua durante un'esplorazione -mono o pluri- sensoriale di un oggetto.
Il tema centrale è il tatto, e il ruolo che esso svolge nell'ambito, sempre più attuale, delle vendite online; nello specifico, di capi di abbigliamento.
Si vuole studiare come e quanto i soggetti riescono a cogliere le caratteristiche di un'oggetto esplorato (tessuti di materiali diversi) per mezzo della vista, del tatto, o di entrambi i sensi congiunti, al fine di comprendere come riuscire a colmare sempre più il gap che intercorre tra un acquisto diretto (fisico) e uno mediato (online).
La domanda è quindi: "Basta la vista per fare acquistare qualcosa senza toccarlo oppure è necessario muoversi sempre più verso un'ottica di stimolazione multisensoriale?".
L'esperimento è stato condotto su un campione di 6o soggetti di sesso misto ed età compresa tra i 18 e i 65 anni.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 2. Esplorare con il tatto 2.1 Fondamenti neurofisiologici del tatto 2.1.1 Recettori tattili I recettori tattili sono considerati i maggiori organi sensoriali del nostro corpo, i quali, uniti al sistema neurale con cui dialogano, ci consentono di esperire il significato più profondo e diretto del contatto con il mondo esterno. La nostra esperienza di tatto emerge dall‟attività congiunta di molteplici e distinti sistemi neurali che rispondono a specifiche condizioni di pressione, temperatura, dolore, contatto, movimento, ecc. Le sensazioni tattili inoltre possono nascere da aspetti micro-geometrici, macro- geometrici, e da proprietà spaziali che concernono gli stimoli stessi (McGlone et al., 2010). Gli aspetti micro-geometrici di una superficie riguardano per esempio la sua composizione, la sua ruvidità, la sua morbidezza, il suo spessore, la sua vischiosità e densità (Bensmaia et al., 2005). Gli aspetti macro-geometrici invece concernono la forma, la misura e la struttura degli oggetti. Tutti questi aspetti degli stimoli sensoriali che entrano in contatto con il nostro corpo vengono codificati da diverse combinazioni di recettori cutanei. Molteplici sensazioni tattili infatti, come l‟umidità, la pressione, la vibrazione, il formicolio vengono considerate delle “miscele sensoriali”, risultanti dall‟attivazione di molteplici sistemi di recettori.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Psicologia

Autore: Anna Lazzati Contatta »

Composta da 117 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 326 click dal 15/03/2016.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.