Le business combinations: analisi della normativa nazionale e dei principi contabili internazionali.

Il processo di armonizzazione contabile internazionale, iniziato in Europa negli anni 70, ha rinnovato considerevolmente la normativa in tema di redazione del bilancio ed ha portato all'adozione, anche in Italia, dei principi contabili internazionali per la redazione dei bilanci consolidati e di esercizio.
In particolare, la normativa ha previsto per le società quotate, le società emittenti strumenti finanziari diffusi fra il pubblico, le banche e gli intermediari finanziari vigilati, l'obbligo di applicare i principi IAS/IFRS per la redazione del bilancio consolidato a partire dal 2005 e del bilancio di esercizio a partire dall'anno 2006. Per le imprese assicurative è stato invece previsto l'obbligo di applicare gli IAS/IFRS nei bilanci consolidati a partire dal 2005 e nei bilanci d'esercizio a partire dal 2006, nel caso in cui esse siano quotate e non redigano il bilancio consolidato.
Anche nell'ambito delle operazioni straordinarie d'impresa i principi contabili internazionali hanno previsto specifiche disposizioni.
Vista l'importanza assunta nel contesto economico e sociale dalle operazioni di gestione straordinaria e la necessità, per le imprese che si trovano a realizzare questo tipo di operazioni, di dover redigere i bilanci secondo i principi contabili internazionali, approfondiremo quanto previsto da normativa nazionale e dai principi emanati dallo IASB in merito alle business combinations.
Poiché la normativa nazionale prevede norme specifiche per ogni tipologia di operazione, nel primo capitolo andremo ad analizzare nel dettaglio le cessioni d'azienda, i conferimenti, le fusioni e le scissioni, ovvero quelle tipologie di operazioni che, secondo i principi contabili internazionali, si configurano come business combinations. Per ogni operazione evidenzieremo, in tre distinti paragrafi, aspetti normativi e procedurali, aspetti contabili ed aspetti fiscali.
Il secondo capitolo, invece, sarà dedicato all'analisi dei principio IFRS 3. Dopo un excursus sull'evoluzione storica del principio, esamineremo nel dettaglio le fasi di rilevazione contabile previste dall'acquisition method. Successivamente ci soffermeremo su quanto previsto dal principio per la rilevazione di particolari tipologie di operazioni quali le aggregazioni realizzate in più fasi, quelle che danno luogo ad entità contrattuali, le aggregazioni tra entità di tipo mutualistico e le operazioni tra soggetti sotto comune controllo. Infine analizzeremo i profili fiscali delle business combinations.
Nella parte conclusiva confronteremo le due normative evidenziando le differenze di trattamento previste. Quanto emerge è che i principi contabili internazionali prediligono la rilevazione delle operazioni sulla base della loro sostanza economica, in quanto si ritiene di fornire una rappresentazione più adeguata delle business combinations.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Il processo di armonizzazione contabile internazionale, iniziato in Europa negli anni 70, ha rinnovato considerevolmente la normativa in tema di redazione del bilancio ed ha portato all'adozione, anche in Italia, dei principi contabili internazionali per la redazione dei bilanci consolidati e di esercizio. In particolare, la normativa ha previsto per le società quotate, le società emittenti strumenti finanziari diffusi fra il pubblico, le banche e gli intermediari finanziari vigilati, l'obbligo di applicare i principi IAS/IFRS per la redazione del bilancio consolidato a partire dal 2005 e del bilancio di esercizio a partire dall'anno 2006. Per le imprese assicurative è stato invece previsto l'obbligo di applicare gli IAS/IFRS nei bilanci consolidati a partire dal 2005 e nei bilanci d'esercizio a partire dal 2006, nel caso in cui esse siano quotate e non redigano il bilancio consolidato. Anche nell'ambito delle operazioni straordinarie d'impresa i principi contabili internazionali hanno previsto specifiche disposizioni. Vista l'importanza assunta nel contesto economico e sociale dalle operazioni di gestione straordinaria e la necessità, per le imprese che si trovano a realizzare questo tipo di operazioni, di dover redigere i bilanci secondo i principi contabili internazionali, approfondiremo quanto previsto da normativa nazionale e dai principi emanati dallo IASB in merito alle business combinations. Poiché la normativa nazionale prevede norme specifiche per ogni tipologia di operazione, nel primo capitolo andremo ad analizzare nel dettaglio le cessioni d'azienda, i conferimenti, le fusioni e le scissioni, ovvero quelle tipologie di operazioni che, secondo i principi contabili internazionali, si configurano come business combinations. Per ogni operazione evidenzieremo, in tre distinti 3

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Dipartimento di Economia e Impresa

Autore: Marianna Maiorino Contatta »

Composta da 165 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 601 click dal 07/04/2016.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.