Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Crisi economica e motivazione al lavoro: Un’analisi psicologica

Prendendo come punto di partenza Abraham Maslow, in special modo la sua teoria dei bisogni, sono andata a verificare quali tra le multinazionali odierne applica questa teoria e in che modo.
Nel primo capitolo vi è descritta nello specifico la teoria dell'autore, nel secondo vi è una valutazione storica tra il periodo in cui Maslow elaborò la sua teoria (si parla della grande crisi) e i giorni nostri, nello specifico si fa riferimento a come, con l'attuazione della teoria di Maslow, è stata superata la grande crisi del 1929 e come si prova a superare quella dei nostri giorni. Nel terzo capitolo c'è l'analisi specifica di varie multinazionali, tra cui Apple e Microsoft, e tutti i benefit che esse concedono ai dipendenti, suddivisi, nelle conclusioni, ognuno a seconda del bisogno fondamentale che vanno a colmare.

Mostra/Nascondi contenuto.
36 Combattere la crisi economica e motivazionale con il welfare aziendale: uno sguardo alle grandi multinazionali della nostra epoca COS'É IL WELFARE AZIENDALE? Possiamo identificare il welfare aziendale come una “sottoclasse” del welfare state, esso va ad occuparsi di quelle risorse, prestazioni e servizi che il welfare state non riesce sempre ad assicurare. Il welfare aziendale consiste nelle iniziative e nei servizi che un'azienda eroga a favore dei propri dipendenti per migliorare la vita all'interno dell'organizzazione e di conseguenza far aumentare la produzione, e migliorare cosi anche alcuni aspetti della vita privata. Si tratta di tutti quei benefit erogati per colmare i bisogni primari dei dipendenti (sostegni al reddito familiare, allo studio, alla genitorialità ...). A vantaggio dei lavoratori, oltre il servizio stesso, c'è il fatto che questi benefit non costituiscono reddito da lavoro dipendete dunque viene abbattuto anche il cuneo fiscale. Per quanto riguarda le aziende questi servizi che esse vanno a dare ai loro lavoratori favoriscono i rapporti con i sindacati, contribuiscono ad aumentare l'engagement, a migliorare il clima aziendale, a rendere più produttivi i lavoratori, attraggono e trattengo i talenti ed hanno una riduzione dell'assenteismo e del turnover; tutto ciò avviene grazie al fatto che questi servizi vanno ad aumentare la motivazione di ogni lavoratore.  L'ENGAGEMENT: Con questo termine intendiamo identificare il coinvolgimento dei dipendenti. Uno studio effettuato da Veronica Hope Haiely della Cass Business School di Londra ha rilevato che sono possibili quattro tipi di coinvolgimento: 1. Coinvolgimento lavorativo: questi dipendenti sono felici del proprio lavoro ma non sono necessariamente assidui nel svolgerlo, 2. Coinvolgimento organizzativo: amano profondamente la loro azienda ma non sono tra i più produttivi,

Laurea liv.I

Facoltà: Psicologia

Autore: Giovanna Di Marco Contatta »

Composta da 56 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 836 click dal 04/05/2016.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.