Skip to content

L'organizzazione del commercio elettronico business to business: un caso empirico nel settore bancario

Informazioni tesi

  Autore: Mara D'oriano
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2000-01
  Università: Università degli Studi di Napoli
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia Aziendale
  Relatore: Riccardo Mercurio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 247

Questo lavoro nasce dall’esperienza da me fatta presso B2Biscom S.p.A., società del gruppo e.Biscom, società che si occupa di realizzare soluzioni di commercio elettronico Business to Business (B2B). Durante quest’esperienza ho avuto modo di venire a più stretto contatto sia con la realtà del commercio elettronico Business to Business sia con quella del radicale cambiamento che le novità apportate dal commercio elettronico B2B stanno provocando nel settore bancario. Ho, infatti, nell’ambito dello stage da me svolto presso la società, contribuito allo sviluppo di un piano d’implementazione (Business Plan) di un portale di commercio elettronico B2B fatto da una banca, della quale non è possibile fare il nome, per motivi legati alla privacy e all’obbligo di segretezza del lavoro prestato. Dopo aver fornito una panoramica d’insieme sull’economia digitale, sul Business to Business e sul ruolo delle Banche nel nuovo mercato, si focalizza proprio sul caso empirico, avente come protagonista l’implementazione di un Marketplace Business to Business da parte di una banca.Il Commercio elettronico Business to Business riguarda quelle attività legate alla presenza di due o più operatori economici ed ha ad oggetto lo scambio di beni e servizi in maniera elettronica. Molti sostengono che il B2B sia la base della New Economy: il volume delle transazioni possibili rende insignificante il volume del commercio elettronico B2C. Dal B2B deriva l’84% del totale delle revenues derivanti dal commercio elettronico e la crescita prevista è sostanziale. I ricavi predetti, secondo una ricerca effettuata da Forrester Research, dovrebbero passare dai 2,7 trilioni di dollari a 7 trilioni nei prossimi 3 anni.
Il Business to Business non rappresenta un fenomeno completamente nuovo come invece è stato il Business to Consumer. Prima dell’avvento del World wide web le grandi imprese già comunicavano fra di loro scambiandosi dati ed effettuando transazioni attraverso reti dedicate e sistemi EDI. (Electronic Data Interchange)
I principali vantaggi che il Business to Business apporta alle aziende sono:
· Rottura delle barriere geografiche ed apertura anche alle aziende di piccole dimensioni di mercati virtualmente illimitati;
· Conservazione delle specifiche competenze di ogni impresa;
· Ottimizzazione della Supply Chain tramite:
§ la diminuzione dei costi di vendita e di approvvigionamento;
§ la riduzione dei tempi del ciclo e l’aumento della rotazione delle scorte;
§ il miglioramento del customer service e delle relazioni con i clienti;
§ l’apertura di nuovi canali virtuali.
Per le attività business to business si possono identificare tre Business models che si differenziano tra loro per il numero di attori coinvolti: sell-side, buy-side e marketplace. Le applicazioni sell side seguono il classico modello di commercio elettronico: permettono alle aziende di vendere i propri prodotti o servizi ad una molteplicità di acquirenti all’esterno dell’azienda. Le applicazioni Buy side permettono all’unica azienda cliente di automatizzare l’approvvigionamento di beni se servizi presso un numero indefinito di fornitori. I marketplaces sono una classe di applicazioni nelle quali un aggregatore (infomediario) mette assieme una gran quantità di venditori e compratori creando una comunità di acquisti/vendite tra i partecipanti.
Gli attori che operano nel Business to Business, creando mercati virtuali basati sulla tecnologia Internet, allo scopo di facilitare gli scambi commerciali tra compratori e venditori (buyers and sellers) di beni o servizi, vengono definiti da ATKearney Net Market Makers (NMMs). Il fattore che rende di successo questi operatori è la loro capacità di attrarre massa critica, ossia un numero elevato di partecipanti.
I NMMs realizzano ottimi risultati per i buyer e i seller sfruttando la capacità di Internet di aggregare pezzi di informazione separati tra loro. Le inefficienze dei processi d’acquisto sono principalmente dovute alle asimmetrie informative, perciò la disponibilità di avere informazioni quasi-perfette e provenienti da diversi attori di uno stesso settore permette ai prezzi di riflettere in maniera ottimale le condizioni di mercato e di creare virtualmente un sistema di “quasi concorrenza perfetta”.
I Net Market Makers operano tipicamente in mercati B2B molto grandi. Mentre possono variare i modelli di revenue adottati, basati su transaction, subscription, membership, posting o service fee, i mercati virtuali dove sono presenti molti attori rappresentano una grande opportunità di ottenere risultati economici positivi per i NMMs. In mercati molto larghi, quando il numero di attori aumenta, cresce anche il valore della rete. Questo principio, meglio conosciuto come la legge di Metcalfe, si applica anche ai NMMs, che così facendo diventano sempre più preziosi ed ottengono la fedeltà dei clienti in quei settori, dove le informazioni sono ampiamente disaggregate e il loro compito può es

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAPITOLO 1 1 L’ECONOMIA DIGITALE E IL COMMERCIO ELETTRONICO: INQUADRAMENTO TEORICO 1.1 Fondamenti dell’Economia digitale La nuova economia o economia digitale “costituisce un contesto nel quale le transazioni economiche e le funzioni che governano le imprese, le istituzioni e le collettività sono programmate ed eseguite con il supporto di tecnologie digitali” 1 . L’avvento dell’Information e Communication Technology e l’evoluzione verso un mercato sempre più integrato hanno determinato un cambiamento repentino e radicale delle relazioni economiche. Da uno scenario economico-sociale chiaro e strutturato, quale si presentava quello degli anni Ottanta, si è passati ad un contesto in cui l’incertezza, il cambiamento costante e le conseguenti difficoltà nella pianificazione, anche a breve termine, sono gli aspetti principali. La globalizzazione dei mercati e la rapida diffusione delle nuove tecnologie legate al mondo dell’informatica e delle telecomunicazioni hanno inciso in modo sostanziale sul funzionamento dei sistemi economici di tutti i paesi. Gli intensi e rapidi 1 Cfr. VALDANI E., “I quattro fondamenti dell’economia digitale”, in Economia e Management, n° 3, Maggio 2000

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi