Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Caratteri organizzativi del Carnevale di Venezia. Un evento fra tradizione ed innovazione

Breve elaborato sulla realizzazione di un evento in tutte le sue parti, dalla fase di ideazione del progetto alla fase conclusiva o esecutiva.
Il primo capitolo specifica cos'è un evento culturale e perché il Carnevale di Venezia viene ritenuto tale, si menzionano inoltre quali sono gli attori del progetto e gli stakeholder per poi affrontare la comunicazione dell'evento stesso.
Nel secondo capitolo viene riportata un'analisi storica tramite l'utilizzo di più tabelle del Carnevale di Venezia ed i mutamenti di tipo organizzativo cui è stato soggetto.
Il terzo capitolo, oltre ad essere il principale, affronta le fasi del ciclo di vita di un evento come progetto: ideazione, attivazione, pianificazione, esecutiva, di completamento e di valutazione, specificando anche le diverse strategie di marketing per pubblicizzare e "vendere" un prodotto culturale. In questo capitolo vengono prodotti degli esempi di SWOT ANALYSIS e di Analisi SMART rispetto all'apparato organizzativo dell'evento considerato.
In ultimo, nel quarto capitolo si è dato spazio a quelli che sono i traguardi raggiunti nell'ambito della sostenibilità dell'evento e degli apporti turistici generati da quest'ultimo.
Curioso anche l'appendice ove vengono riportati dati relativi agli arrivi ed alle presenze turistiche nel periodo relativo al Carnevale di Venezia e delle interviste poste dalla stessa autrice all'executive producer ed al responsabile della comunicazione nell'azienda preposta all'organizzazione dell'evento.

Mostra/Nascondi contenuto.
Premessa Questo elaborato nasce dall'esperienza universitaria di tirocinio presso Venezia Marketing & Eventi S.p.A durante la produzione di alcuni mega-eventi veneziani. La volontà di approfondire il mondo degli eventi culturali, dunque di far conoscere quelle figure professionali del settore per indirizzare al meglio il laureando nella sua formazione futura, è quello che ha spinto maggiormente alla realizzazione di questo lavoro di tesi. Questa tesi intende analizzare i caratteri ideativi, organizzativi e produttivi del Carnevale di Venezia nel suo “ciclo di vita” che lo rendono un mega-evento. Verrà inizialmente definito il termine “evento” associato alla sua connotazione culturale, con specifico riferimento a quegli eventi che, come il Carnevale veneziano, portano con sé i segni di una tradizione ben radicata nel tempo e dunque promuovono un turismo di tipo culturale nella città. Si è voluto, inoltre, dare spazio ai soggetti che, attraverso regole di collaborazione e comunicazione mirata e un know how ben radicato, riescono a dar vita ad un'idea e da questa creare un progetto, per poi realizzarlo in tutte le sue sfaccettature, soprattutto avendo ben chiari quali siano i punti di forza e quali le debolezze dello stesso ente (in questo elaborato esplicati nella “Swot Analysis”). Successivamente, si è svolta una ricerca storiografica al fine di permettere una migliore comprensione riguardo le radici dell'evento preso in considerazione, i cambiamenti che lo hanno segnato negli ultimi trent'anni dal punto di vista comunicativo e gestionale. È stato affrontato il tema del marketing degli eventi culturali per dimostrare come anche per alcuni di questi ultimi vi sia un approccio al mercato, in questo caso inteso come i possibili fruitori dell'esperienza culturale che offre l'azienda realizzatrice. Questo elaborato ha la finalità di mostrare i traguardi raggiunti dalla struttura organizzatrice, e dalla città ospitante, grazie all'evento considerato; traguardi non solo di impronta culturale, ma anche innovativa. 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Beni culturali

Autore: Siriana Boaretto Contatta »

Composta da 100 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 256 click dal 06/06/2016.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.