Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'Uomo-Dio negli scritti ''teologici'' del giovane Hegel

Scopo di questo nostro lavoro è quello di ripercorrere il pensiero giovanile di Hegel leggendolo nella prospettiva teologica. Attraverso lo studio della raccolta di opere hegeliane intitolata Scritti teologici giovanili, curata nella prima edizione tedesca del 1907 da Hermann Nohl, vogliamo considerare i periodi da Hegel trascorsi a Tubinga come studente presso l’Università e ospite della “Fondazione teologica”, poi a Berna e a Francoforte come precettore. Negli scritti presi in considerazione datati in un periodo che va dal 1793 al 1799, il pensiero del nostro autore, pur subendo delle modifiche significative, è continuamente motivato da un’unica tensione escatologica. A seguito dei grandi avvenimenti di quegli anni – la Rivoluzione in Francia, le imprese di Napoleone, le guerre europee, la poesia di Goethe, Schiller, Hölderlin – egli avverte di vivere in un’età di trapasso in cui già fermenta un nuovo mondo, intuisce di far parte di una nuova generazione che aspetta di poter vedere realizzata una vera rivoluzione.

Il lavoro che stiamo presentando si articola in tre capitoli, il primo dei quali ha come intento quello di presentare anzitutto l’ambiente culturale e formativo nel quale Hegel ha vissuto gli anni di soggiorno a Tubinga. Per poter cogliere le scelte e gli orientamenti di Hegel negli anni della giovinezza, è sembrato opportuno presentare, sia pur brevemente, il dibattito teologico che alla fine del secolo coinvolse direttamente alcuni dei docenti della facoltà teologica di Tubinga dove Hegel studiava. Al dibattito prese parte anche Kant, che nel 1793 pubblicò La religione entro i limiti della sola ragione, opera della quale pure ci occupiamo dal momento che essa assumerà un ruolo fondamentale soprattutto negli scritti bernesi di Hegel.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 PREFAZIONE Scopo di questo nostro lavoro è quello di ripercorrere il pensiero giovanile di Hegel leggendolo nella prospettiva teologica. Attraverso lo studio della raccolta di opere hegeliane intitolata Scritti teologici giovanili, curata nella prima edizione tedesca del 1907 da Hermann Nohl, vogliamo considerare i periodi da Hegel trascorsi a Tubinga come studente presso l’Università e ospite della “Fondazione teologica”, poi a Berna e a Francoforte come precettore. Negli scritti presi in considerazione datati in un periodo che va dal 1793 al 1799, il pensiero del nostro autore, pur subendo delle modifiche significative, è continuamente motivato da un’unica tensione escatologica. A seguito dei grandi avvenimenti di quegli anni – la Rivoluzione in Francia, le imprese di Napoleone, le guerre europee, la poesia di Goethe, Schiller, Hölderlin – egli avverte di vivere in un’età di trapasso in cui già fermenta un nuovo mondo, intuisce di far parte di una nuova generazione che aspetta di poter vedere realizzata una vera rivoluzione.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Michelangelo Colamesta Contatta »

Composta da 154 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3598 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.