Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Costruzione dell'Identità in Adolescenza

Il presente lavoro vuole evidenziare come in particolare i ragazzi di oggi che vivono l'avventura della loro crescita nell'epoca post-industriale siano sottoposti ad un bombardamento di prove, difficoltà, compiti sempre più incalzanti da fronteggiare e superare per proseguire il loro personale (ma non solitario) cammino verso l'età adulta e le responsabilità ad essa connesse.
Significativamente l'autore che più mi ha colpito in questa ricerca così scrive: “Se lo sconfinato sogno di quello che potrebbe diventare è l'eredità dell'età dei giochi, è ovvia la propensione dell'adolescente ad avere fiducia in quei coetanei e in quegli adulti che offrono una prospettiva pittoresca, forse illusoria, alle sue aspirazioni” (Erikson,1974, pag. 150).
La ricerca dell'identità compito principale dell'età in oggetto ha i suoi prodromi e fonda le sue basi proprio in questo periodo della vita che va dai 12 anni ai 20-25 anni:con le sue scelte e assunzione di impegni negli ambiti vitali che lo riguardano l'adolescente traccia in modo pressoché indelebile quello che sarà il profilo della sua identità adulta.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Cos'è l'adolescenza, come si colloca questo stadio evolutivo nel ciclo vitale di un individuo. L'adolescenza è una fase del ciclo vitale di un individuo, tuttavia ha dei contorni alquanto indefiniti e variabili da persona persona. L'adolescenza inizia intorno agli undici anni e termina verso i venticinque; è un lungo periodo e per alcuni individui dura anche fino ai quaranta anni e oltre.(Speltini 2005, Palmonari 1993) Quindi si potrebbe dire un'eterna adolescenza; per altri finisce molto prima del previsto, a diciotto, a diciassette o a sedici anni. Alcuni autori distinguono tre momenti adolescenziali: la preadolescenza, la piena adolescenza e la tarda adolescenza (Blos 1962,1979). Parlare dell'adolescenza è parlare di quella fase del ciclo vitale che si trova fra la fanciullezza e l'età adulta ; è un'età di transizione, di passaggio quindi densa di problemi , di conflitti, di situazioni vissute e sofferte. E' un'età ricca di eventi e di emozioni soprattutto per le trasformazioni somatiche che si sviluppano nello spazio relativamente breve di due o tre anni che costituiscono la cosiddetta “preadolescenza”. Premesso che generalmente le modificazioni adolescenziali della femmina precedono quelle del maschio (Speltini 2005) è comunque impossibile fissare un'età precisa con cui far coincidere l'inizio e la fine dell'adolescenza. Innumerevoli sono gli autori specialmente psicologi e psicanalisti che si sono interessati a studiare questo periodo di vita. Basti citare per fare alcuni nomi tra i più autorevoli: Freud (1914), Anna Freud (1966), Erikson (1974), Blos (1979), Havighurst (1952), Palmonari (1997). Un punto molto dibattuto sul quale in maniera convinta convergono tutti gli studiosi e i ricercatori da me esaminati è il tema dello sviluppo dell'identità che nella fase

Diploma di Laurea

Facoltà: Scienze dell'Educazione

Autore: Alba Gabiccini Contatta »

Composta da 40 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2161 click dal 06/07/2016.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.