Skip to content

L’innovazione di valore nella Strategia Blue Ocean: il caso Moleskine

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Chimienti
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Libera Università Mediterranea "Jean Monnet"
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Antonello Garzoni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 76

Siamo abituati a concepire il mercato economico come un luogo delimitato da confini conosciuti e caratterizzato da un’elevata concorrenza, dove si è costretti a lottare per conquistare la propria quota di mercato, adeguando il proprio prodotto alle caratteristiche del settore, e scegliendo se puntare su un vantaggio di costo o di differenziazione del prodotto. Anni di studi sulla Strategia Competitiva hanno portato alla convinzione che sia il mercato con la sua struttura e le sue caratteristiche, a influenzare la strategia che viene adottata dall’azienda per battere i concorrenti.
E se invece ci fosse un’alternativa alla scelta tra leadership di costo e quella di differenziazione? Se fosse possibile spiazzare la concorrenza non “combattendola”, ma “rendendola ininfluente” con la creazione di un nuovo mercato?
Recentemente, W. Chan Kim, professore di Strategia e International Management presso INSEAD, insieme a Renée Mauborgne, dopo aver analizzato più di trenta settori in un arco temporale di oltre cento anni, ha presentato un modello replicabile da qualsiasi impresa per scoprire nuove opportunità di crescita, senza dover obbligatoriamente combattere la concorrenza spietata. Tale studio ha portato alla definizione della cosiddetta “Strategia Blue Ocean”, evidenziando che già numerose aziende in passato, come Ford con il “modello T” e Cirque du Soleil, l’abbiano utilizzata, spesso senza nemmeno saperlo. Anche la società analizzata in questa trattazione, la Moleskine, rientra tra le aziende che hanno deciso di utilizzare questa “nuova strategia” e di “uscire dai confini del mercato”.
Nello studio che segue sono approfonditi i fattori di successo che hanno portato l’azienda a modificare il suo posizionamento strategico nel settore della cartoleria. Infatti, attraverso un’analisi dei trend evolutivi della società e dei diversi settori, la Moleskine è riuscita ad individuare quelli che erano i valori essenziali per un target di persone non ancora nato, ma che stava emergendo. In questo target rientravano persone con un alto livello culturale, molto creative, che si trovavano a viaggiare molto e per questo avevano bisogno di un prodotto che le facesse sentire degli “artisti contemporanei” e che le aiutasse a “ridefinire il proprio ruolo all’interno della società”.
Fu così che la Moleskine, piccola società formata da due imprenditori italiani, riportò in vita “il taccuino”, oggetto molto usato durante il secolo scorso, associando ad esso una storia che lo rendesse l’erede dei taccuini di famosi artisti contemporanei, e lo facesse diventare un “oggetto di culto”. Grazie a tutto questo, l’azienda è riuscita a sbloccare un nuovo mercato all’interno del settore e a perseguire al tempo stesso la leadership di costo e la strategia di diversificazione.
Oggi, dopo 17 anni dal lancio del primo taccuino, l’azienda opera in più di 100 Paesi con un fatturato che supera gli 87 milioni, ma continua a rappresentare un caso di successo oggetto di studio in molte università.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
    2   INTRODUZIONE Siamo abituati a concepire il mercato economico come un luogo delimitato da confini conosciuti e caratterizzato da un’elevata concorrenza, dove si è costretti a lottare per conquistare la propria quota di mercato, adeguando il proprio prodotto alle caratteristiche del settore, e scegliendo se puntare su un vantaggio di costo o di differenziazione del prodotto. Anni di studi sulla Strategia Competitiva hanno portato alla convinzione che sia il mercato con la sua struttura e le sue caratteristiche, a influenzare la strategia che viene adottata dall’azienda per battere i concorrenti. E se invece ci fosse un’alternativa alla scelta tra leadership di costo e quella di differenziazione? Se fosse possibile spiazzare la concorrenza non “combattendola”, ma “rendendola ininfluente” con la creazione di un nuovo mercato? Recentemente, W. Chan Kim, professore di Strategia e International Management presso INSEAD 1 , insieme a Renée Mauborgne, dopo aver analizzato più di trenta settori in un arco temporale di oltre cento anni, ha presentato un modello replicabile da qualsiasi impresa per scoprire nuove opportunità di crescita, senza dover obbligatoriamente combattere la concorrenza spietata. Tale studio ha portato alla definizione della cosiddetta “Strategia Blue Ocean”, evidenziando che già numerose aziende in passato, come Ford con il “modello T” e Cirque du Soleil, l’abbiano utilizzata, spesso senza nemmeno saperlo. Anche la società analizzata in questa trattazione, la Moleskine, rientra tra le aziende che hanno deciso di utilizzare questa “nuova strategia” e di “uscire dai confini del mercato”.                                                                                                                 1 L'Institut européen d'administration des affaires, in acronimo INSEAD, fondato nel 1957, è una scuola di direzione aziendale e un istituto di ricerca di carattere internazionale. È considerata una delle migliori scuole del mondo. Ha come caratteristica fondamentale l'attenzione alla diversità culturale e la prospettiva globale dei suoi corsi . Offre corsi a livello di dottorato di ricerca e di MBA nei suoi campus in Europa, (Francia), Medio Oriente (Emirati Arabi) e Asia Singapore). È accreditata AACSB, EQUIS e AMBA.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

strategie competitive
blue ocean strategy
business strategy
moleskine
innovazione di valore
w. chan kim
strategia innovativa

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi