Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il business plan nelle nuove realtà digitali

Il business plan, insieme alla pianificazione strategica, si è adattato alle sempre nuove crescenti realtà imprenditoriali basate principalmente sul digitale. L'avvento della globalizzazione e di Internet hanno portato mutamenti significativi dei meccanismi della domanda e dell'offerta riflettendosi, inevitabilmente, sulla struttura delle imprese già in essere ed influenzando le nascenti startup. Nuovi metodi gestionali e nuove mentalità hanno preso il sopravvento indirizzando la pianificazione strategica verso una maggiore flessibilità.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 INTRODUZIONE Nel secondo millennio si è assistito ad una vera e propria esplosione di tecnologia e di innovazione. In pochi decenni si è passati dal telefono cellullare allo smartphone, dall’uso dei personal computer al tablet. Questi cambiamenti tecnologici ed informatici, insieme alla globalizzazione e all’apertura di molti paesi al commercio internazionale, hanno introdotto numerose trasformazioni: gli strumenti tecnologici hanno migliorato la vita delle persone e hanno cambiato significativamente le loro abitudini, tutto questo si è riflesso inevitabilmente sulle imprese che hanno adeguato la loro offerta per soddisfare le innumerevoli nuove richieste, sempre piø differenziate e personalizzate, per mantenere la propria posizione competitiva nel mercato. L’evoluzione tecnologica ha portato alla creazione del mondo digitale, alla nascita di Internet e dell’e – commerce, uno strumento che permette, alle imprese che ne fanno utilizzo, di farsi conoscere e vendere i propri prodotti in tutto il mondo. In questo nuovo contesto prettamente digitale, le imprese hanno cambiato sia la propria struttura sia le metodologie e gli strumenti contabili a propria disposizione. Nella previsione e formulazione del piano strategico aziendale si è tenuto conto delle nuove variabili utili affinchØ ci sia una sana e prudente gestione dell'impresa stessa. Si è visto come molte realtà, anche storiche, abbiano dovuto, tramite l’utilizzo di un’adeguata pianificazione strategica, rivedere il proprio core business e renderlo maggiormente competitivo. Le nascenti imprese, contemporaneamente, hanno implementato il proprio progetto in Business Plan flessibili in grado di adeguarsi, in base alle esigenze, ai continui mutamenti del mercato. In questo contesto descritto, nuove sono anche le metodologie per prevedere le vendite e gestire nel miglior modo la propria impresa. Una di queste è la Lean Startup creata da Eric Ries che ha riscontrato un notevole successo negli ultimi anni.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Marta Cavadenti Gasperetti Contatta »

Composta da 39 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5425 click dal 20/09/2016.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.