Skip to content

Il microcosmo sardo: naturalismo e folklore in quattro romanzi di Grazia Deledda

Informazioni tesi

Autore: Emanuele Vinci
Tipo: Laurea liv.I
Anno: 2015-16
Università: Università degli Studi di Parma
Facoltà: Lettere e Filosofia
Corso: Scienze dell'educazione e della formazione
Relatore: DiegoVarini
Lingua: Italiano
Num. pagine: 40

Il lavoro svolto si concentra su quattro romanzi scritti nel primo quindicennio del Novecento, i quali, come abbiamo visto, presentano tutti lo stesso schema strutturale basato sul trittico tentazione-colpa-espiazione/punizione, innestato sullo sfondo paesaggistico e culturale del microcosmo sardo.
L’intento della mia tesi di laurea è quello di sviluppare uno studio analitico sulla Sardegna primitiva che il premio Nobel Grazia Deledda descrisse nei suoi più celebri romanzi. Ho preso come punto di riferimento quattro opere: Elias Portolu, Marianna Sirca, L’edera e Cenere; romanzi che rappresentano i capi saldi, insieme a Canne al vento, di una vastissima produzione letteraria dell’autrice. È evidente in questi romanzi, scritti all’apice della maturità artistica, la folgorante capacità espressiva dell’autrice che ci mostra le viscere della propria terra arrovellata tra rimorsi, colpe e le delusioni dei suoi personaggi. La Deledda si immerge nel clima e nel paesaggio tipico della sua straordinaria Sardegna, che prende vita dalle descrizioni, è costituisce un elemento determinante nella psicologia dei personaggi. L’autrice utilizza, a proprio piacimento, gli effetti climatici come si può vedere dai titoli come Canne al vento ed Il Paese del vento, dove per portare a compimento i suoi messaggi narrativi usa appunto il vento.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Primo capitolo Marianna Sirca 1.1. Una giovinezza perduta Romanzo scritto nel pieno della maturità linguistica della Deledda, porta come titolo il nome della protagonista Marianna Sirca, una giovane donna adulta della Sardegna dei primi anni del XX secolo. È proprio la figura femminile, in quest’opera, che la Deledda vuol far prevalere con dei tratti distintivi rispetto agli altri suoi scritti. Il romanzo è un suo omaggio all’incontaminata bellezza del paesaggio della Barbagia, una terra che si estende nell’entroterra nuorese per chilometri e chilometri. Un territorio selvaggio dove i personaggi crescono e vivono una vita dura e piena di sacrifici, in continua lotta per sopravvivere non soltanto alle avversità che la natura spontaneamente regala, ma anche per far fronte alle innate cattiverie che l’uomo imperterrito impone. I personaggi deleddiani sono trascinati dall’ineluttabilità del loro destino e dalle loro passioni ancestrali, restando così imprigionati in un lembo di terra attanagliato dal passato, e che ancora non lascia spazio al moderno. Un mondo in cui le feroci passioni e le brevi ma impetuose fantasie generano un’antica drammaticità che governa ogni umana determinazione. La società in cui vive, Marianna Sirca, è ancora divisa gerarchicamente in strati sociali che si mescolano senza mai confondersi gli uni con gli altri: la società della tanca barbaricina divisa nelle tre categorie principali di padroni, servi e briganti. Al denaro, alle sue necessità, alle fatiche per mantenerlo si assoggettano i padroni (così va letto il sacrificio della giovinezza di Marianna in cambio di una fortuna familiare); al suo valore, al valore del potere che inevitabilmente conferisce si piegano i servi. In posizione intermedia si collocano i banditi che, di provenienza spesso servile (il caso, nel romanzo, di Simone Sole), osano almeno sognare uno status diverso, una libertà che ai padroni dà solo e parzialmente il denaro, ma pagando poi per questo sogno, e la 2

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario, dalla commissione in sede d'esame, e - se pubblicata su Tesionline - anche dalla nostra redazione.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani

Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi?
Quale sarà il docente più disponibile?
Quale l'argomento più interessante per me?
...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile


La tesi l'ho già scritta, ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri. Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi