Skip to content

Aurel Milloss - La sublimazione della danza ad arte totale

Informazioni tesi

  Autore: Ines Curzio
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2004-05
  Università: Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Dams - Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo
  Relatore: Eugenia Casini Ropa
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 81

Aurel Milloss, di origine ungherese naturalizzato italiano, oltre che coreografo e danzatore d'impareggiabile espressività e potere suggestivo, fu un vero uomo di cultura.
Citando le parole di Roman Vlad «Un intellettuale nel senso più nobile e più al¬to del termine. E’ vero che la sua formazione di base era di tipo espres¬sionistico, ma da quando lo conobbi si mostrò largamente aperto a tut¬te le esperienze estetiche, salvo a ricondurle immancabilmente a quello che era il fulcro della sua vita: la danza concepita come sublimazione dell'esperienza umana.»
L’intenzione di questo studio è di mettere in evidenza l’opera poliedrica di Milloss, concentrando l’attenzione su quella che viene riconosciuta come una sua peculiarità, cioè l’elevazione della danza a mezzo comunicativo atto ad esprimere più che le azioni, l’interiorità umana, facendo emergere la complessità della natura dell’uomo.
Un modo di sentire la danza che certamente affonda le radici non solo nella passione che gli faceva vivere quest’arte come una vera vocazione, vissuta quasi con religioso fervore, ma anche alla sua formazione, durante la quale aveva affrontato studi liceali classici, studi musicali in conservatorio, lezioni con i più grandi maestri di danza accademica e contemporaneamente con il fondatore della danza libera: Rudolf Laban.
Tutto questo lo aveva condotto a considerare la danza come un fenomeno strettamente connesso al contesto storico-sociale, e come un’arte da elevare allo stesso livello artistico delle altre arti. Proprio per questo tipo di formazione, come afferma lo stesso Vlad, Aurel Milloss «era sensibilissimo ad ogni nesso che poteva essere rintracciato tra l'arte coreutica e le arti figurative, la letteratura e soprattutto la musica.»

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE «Alto circa un metro e ottanta, biondo, magro, Milloss aveva braccia e gambe dalle ossa lunghe e sottili. Sul volto dalla fronte spaziosa, vegliavano grandi e penetranti occhi azzurri dalle linee allungate, quasi a mandorla, segno di una lontana ascendenza asiatica che talora affiora nella fisionomia degli ungheresi. Sempre intenso, imperioso era lo sguardo, capace di accendersi del fuoco di una vitalità trascinante, indemoniata, ma anche di arretrare in un’interiorità misticamente esaltata, o misteriosamente arcana. Il ventiduenne Milloss già rivelava, nel suo pri- mo recital importante, quelli che sarebbero stati i registri espressivi a lui più congeniali: il demoniaco, il grottesco, l’estatico, danze di scatenamento ritmico e danze di energia minacciosamente compressa, o sublimata in uno slancio ascetico.» 1 Aurel Milloss, di origine ungherese naturalizzato italiano, oltre che coreografo e danzatore di grande espressività e potere suggestivo, fu soprattutto un uomo di cultura, dai molteplici interessi umanistici e artistici, che lo condussero verso studi universitari filosofici, di musica, di arte drammatica, oltre naturalmente alla danza, e tutto ciò in un periodo politicamente molto complesso sotto il profilo della temperie culturale. Citando le parole di Roman Vlad «Un intellettuale nel senso più nobile e più alto del termine. E’ vero che la sua formazione di base era di tipo espressionistico, ma da quando lo conobbi si mostrò largamente aperto a tutte le esperienze estetiche, salvo a ricondurle immancabilmente a quello che era il fulcro della sua vita: la danza concepita come sublimazione dell’esperienza umana.» 2 Oggi, mentre ricorre il centenario della sua nascita, ci si può interrogare sul se e sul come l’operato di questo artista abbia influenzato la danza d’arte nel paese in cui ha operato per oltre quarant’anni e che ha scelto come patria d’adozione: l’Italia. Aurel Milloss perseguì per tutta la vita un unico scopo: l’elevazione della danza a mezzo comunicativo atto ad esprimere più che le azioni, l’interiorità umana, facendo emergere la complessità della natura dell’uomo. Attraverso un lungo processo di riflessione 1 PATRIZIA VEROLI, Milloss. Un maestro della coreografia tra espressionismo e classicità, Lucca, LIM, 1996, p. 94 2 Ibidem, p. 8.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi