Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La gabella di Montalbano

La tesi vuol fare luce su uno dei tanti lati oscuri della storia medievale italiana, in particolare di quella genovese.

Infatti ho fatto ricerche su archivi comunali per potere sviluppare la comprensione dell'attività del “bordello pubblico" genovese dalla metà del XIV secolo alla metà del XVI.

Nel sopracitato lavoro ho esposto sia le normative giuridiche inerenti all’appalto (Gabella di Montalbano) dato dai gerenti della repubblica genovese a privati e la redditività economica delle entrate in questione, secondo solo ai cespiti delle attività portuali.

Mostra/Nascondi contenuto.
- l - INTRODUZIONE La storia della prostituzione, condotta con gli stessi metodi delle altre storie (accurate ricerche di archivio, ove esistono, analisi minuziosa dei riferimenti che la concerne contenuti nelle opere letterarie, negli scritti dei moralisti, nei trattati dei teologi, nei cormnenti dei giuristi e nei testi di legge), è un' acquisizione recente, così come è recente la scomparsa - o almeno, la consistente attenuazione - del marchio di "ignobilità" che per secoli ha accompagnato tutta la materia relativa, "sconsigliando" storici seri dal farne oggetto privilegiato dei loro studi. Per quanto concerne la storia della prostituzione a Genova (specificatamente per il periodo espresso tra il 1350-1550 riguardante ln particolare l'inizio ed il concludersi della "Gabella di Montalbano" ) solo alcuni storici, come Marcello Staglieno e un po' più diffusamente L.T.Belgrano (cfr .

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Fulvio Antonini Contatta »

Composta da 85 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 146 click dal 04/11/2016.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.