Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I modelli economici sulla formazione del prezzo del petrolio

Mi sono laureato con 110e Lode e ho ottenuto il massimo punteggio grazie alla suddetta tesi.
Nessun Copia Incolla. Analisi Approfondita, proveniente soprattutto da materiale in lingua Inglese.

Il petrolio ha avuto un ruolo unico e fondamentale nello sviluppo dell’economia moderna; ancora oggi è la principale fonte di energia, di carburante per i trasporti, di sostanze di base per la sintesi di materie plastiche, tessuti sintetici, coloranti, farmaci, ecc. L’importanza di comprendere le caratteristiche sottostanti alla formazione dei prezzi dei mercati petroliferi risiede nel fatto che da essi ne scaturiscono effetti destinati a interessare un pubblico ben più vasto rispetto alle società direttamente coinvolte negli scambi. Economisti, banche centrali ed organismi internazionali hanno elaborato diversi modelli predittivi che hanno posto, nel corso degli anni, il proprio focus su diversi elementi (l’esauribilità della risorsa petrolio, la natura monopolistica od oligopolistica del settore, le dinamiche di domanda ed offerta). In tempi più recenti, le difficoltà predittive e i limiti dei modelli precedenti hanno favorito l’emergere dei modelli econometrici, focalizzati sull’utilizzo di formule statistiche e matematiche piuttosto che su generali concetti economici. Ma la complessità del settore ha reso evidente come non esista un modello unico ed universale in grado di spiegare e prevedere l’evoluzione del prezzo del petrolio. La rivoluzione dello shale oil, associata al miglioramento delle tecnologie estrattive, risultante dagli ingenti investimenti stimolati dagli alti prezzi degli anni passati, spinge alcuni autori a prevedere una pressione al ribasso dei prezzi del greggio nel lungo periodo. D’altra parte un crollo dei prezzi potrebbe preparare il terreno ad un nuovo aumento in quanto gli investimenti diminuiscono proprio quando i consumi tornano a crescere.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Il petrolio ha avuto un ruolo unico e fondamentale nello sviluppo dell’economia moderna e la definizione di “oro nero” evoca significativamente questo ruolo. L’energia prodotta da tale materia prima ha consentito uno sviluppo senza precedenti dell’industria, del commercio e dell’agricoltura e nessun’altra risorsa è stata cosi importante nel determinare il destino di intere nazioni. Ancora oggi il petrolio è la principale fonte di energia a livello internazionale; secondo il più recente rapporto IEA (International Energy Agency, 2015) il 37% dell’energia elettrica prodotta a livello internazionale è riconducibile a fonti petrolifere. Ad una delle più decantate fonti di energia rinnovabili, il solare, viene attribuito non più dello 0.6% della produzione complessiva. Il settore dei trasporti assorbe una percentuale elevata (circa il 50%) del petrolio prodotto. Le materie plastiche, le vernici, i tessuti sintetici, i coloranti, ma anche medicinali, colle, esplosivi sono sintetizzati partendo da derivati del petrolio. Tali riflessioni rendono evidente perché la comprensione delle variabili che influenzano il prezzo del petrolio sui mercati internazionali sia una delle principali questioni all’attenzione di analisti, studiosi e operatori di mercato. L’importanza di comprendere le caratteristiche sottostanti alla formazione dei prezzi dei mercati petroliferi risiede nel fatto che da essi ne scaturiscono effetti destinati a interessare un pubblico ben più vasto rispetto alle società direttamente coinvolte negli scambi. Le variazioni dei prezzi infatti si ripercuotono sia sulle popolazioni che traggono profitto dal suo sfruttamento sia su quelle che hanno necessità di acquistarne i preziosi derivati. I cittadini vedono periodicamente il proprio potere d’acquisto aumentare o diminuire a seconda dell’altalena delle quotazioni del greggio. Cosi, ad esempio, un aumento del prezzo del petrolio si traduce in una serie di eventi a catena in grado di influenzare le quotazioni

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Fabio Ros Contatta »

Composta da 96 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 534 click dal 22/11/2016.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.