Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Psicologia di gruppo: ''La squadra di calcio''

Il seguente elaborato ha come oggetto l’analisi delle tecniche di allenamento mentale che possono essere utilizzate in ambito calcistico specifiche per l’allenamento della squadra nella sua totalità. In particolare, viene sottolineata l’importanza della figura dell’allenatore in relazione alla squadra e all’applicazione di tali tecniche.
Negli sport di gruppo, la squadra è un punto fondamentale dal quale prescindono gli obiettivi che si vuole raggiungere. È necessario intervenire sul gruppo per costruire i propri successi: senza di esso come base solida non c’è un futuro per i giocatori che ne fanno parte. Nel gruppo intervengono una serie di fattori che evolvono naturalmente e che l’allenatore dovrà essere in grado di indirizzare per creare una squadra competitiva.
La psicologia, nel mondo del calcio, è un settore in continua evoluzione. In molti casi non vengono attuati e vengono trascurati i benefici dell’utilizzo di piani basati sull’allenamento mentale. Negli ultimi anni tra allenatori e giocatori c’è stato un incremento dell’utilizzo di specifici programmi di allenamento mentale nel calcio. Si è diffusa la figura del mental coach a sostegno di giocatori e allenatori per massimizzare le prestazioni individuali e collettive lavorando sull’aspetto mentale oltre che quello fisico.
La psicologia positiva, il flow, il goal setting e la mental imagery sono i temi di psicologia dello sport trattati in questo elaborato. Per testimoniare gli effetti e la valenza di queste tecniche si è fatto riferimento ad alcuni studi scientifici relativi a queste tematiche e, a sostegno di essi, sono state svolte interviste ad allenatori e giocatori professionisti che lavorano o hanno lavorato in società d’élite europee.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Il seguente elaborato ha come oggetto l’analisi delle tecniche di allenamento mentale che possono essere utilizzate in ambito calcistico specifiche per l’allenamento della squadra nella sua totalità. In particolare, viene sottolineata l’importanza della figura dell’allenatore in relazione alla squadra e all’applicazione di tali tecniche. Negli sport di gruppo, la squadra è un punto fondamentale dal quale prescindono gli obiettivi che si vuole raggiungere. È necessario intervenire sul gruppo per costruire i propri successi: senza di esso come base solida non c’è un futuro per i giocatori che ne fanno parte. Nel gruppo intervengono una serie di fattori che evolvono naturalmente e che l’allenatore dovrà essere in grado di indirizzare per creare una squadra competitiva. La psicologia, nel mondo del calcio, è un settore in continua evoluzione. In molti casi non vengono attuati e vengono trascurati i benefici dell’utilizzo di piani basati sull’allenamento mentale. Negli ultimi anni tra allenatori e giocatori c’è stato un incremento dell’utilizzo di specifici programmi di allenamento mentale nel calcio. Si è diffusa la figura del mental coach a sostegno di giocatori e allenatori per massimizzare le prestazioni individuali e collettive lavorando sull’aspetto mentale oltre che quello fisico. La psicologia positiva, il flow, il goal setting e la mental imagery sono i temi di psicologia dello sport trattati in questo elaborato. Per testimoniare gli effetti e la valenza di queste tecniche si è fatto riferimento ad alcuni studi scientifici relativi a queste tematiche e, a sostegno di essi, sono state svolte interviste ad allenatori e giocatori professionisti che lavorano o hanno lavorato in società d’élite europee.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Motorie

Autore: Luca Sbolli Contatta »

Composta da 31 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2221 click dal 16/12/2016.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.