Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo degli intermediari finanziari nei takeover ostili. Il caso Opas Telecom

Il ruolo degli intermediari finanziari nei takovers ostli. Il caso Opas Telecom Italia.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Il fenomeno dei takeovers si � intensificato, e negli ultimi anni sta divenendo una modalit� sempre pi� utilizzata per acquisire il controllo di un�impresa, specie nel nostro paese. Da sempre simbolo di sistemi finanziari pi� evoluti, quali quello americano e anglosassone, attualmente anche gli operatori del nostro mercato borsistico hanno imparato ad utilizzare le strategie tipiche di un takeover. Rastrellamenti di pacchetti azionari, reperimento di finanziamenti esorbitanti, accordi silenziosi, alchimie finanziarie, guerra di annunci e informazioni, sono solo alcuni degli elementi che contraddistinguono lo svolgimento di una cosiddetta �scalata ostile� (hostile takeover utilizzando la terminologia anglosassone). Una scalata organizzata per conquistare il pacchetto azionario di controllo di un�impresa all�insaputa del gruppo dirigente della stessa, � sicuramente una delle operazioni finanziarie pi� complesse ma anche pi� affascinanti. Si tratta, infatti, di una sfida all�ultimo sangue (sarebbe forse meglio parlare di �ultima azione�), in cui un�impresa (o gruppo) raider pianifica un�elaborata strategia per riuscire a scalzare il gruppo di controllo dell�impresa target, e poterne cos� sfruttare al meglio le strutture e le risorse disponibili, nonch� i vantaggi competitivi acquisiti. Per entrare nella realt� italiana basta aggiungere l�identit� dei due protagonisti, che nei primi mesi del 1999 si sono dati battaglia nel pi� imponente takeover della storia, sia in termini di capitali mobilitati sia per la enorme variet� di interessi coinvolti. Si tratta dell�offerta pubblica d�acquisto realizzata dal gruppo Olivetti-Tecnost, capitanato da Roberto Colaninno sui titoli di Telecom Italia, capitanata da Franco Bernab�. L�operazione svoltasi nell�Aprile �99 oltre a coinvolgere tutto l�establishment del capitalismo italiano, porta una ventata rinnovatrice sul nostro sistema finanziario, e dimostra, inequivocabilmente, la contendibilit� di ogni realt� quotata nella borsa

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Luca Mancini Contatta »

Composta da 229 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4000 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.