Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il focus group

Il Focus Group è una tecnica per la ricerca sociale e di mercato il cui valore aggiunto risiede nell’utilizzo del gruppo come strumento diagnostico.
L’organizzazione strutturale di un focus prevede il dibattito spontaneo fra un piccolo gruppo di persone focalizzato su un tema proposto dal ricercatore.
Il tutto si svolge alla presenza di un moderatore che, in modo non intrusivo, fornisce gli stimoli all’interazione.
La più rilevante potenzialità di questo tipo d’indagine consiste nella possibilità di accedere alle motivazioni e ai processi di condizionamento sociale sottesi a comportamenti e opinioni.
Da qui il crescente impiego del Focus nel marketing quale efficace lente d’ingrandimento sui comportamenti di consumo e sui bisogni che li determinano.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE Il seguente lavoro, ha per oggetto la riscoperta o meglio la rivalutazione del focus group (discussione focalizzata di gruppo) e degli altri strumenti metodologici che si affidano alle qualità euristiche del gruppo. Quest’ultimo assume, quindi, nella teoria sociale una propria importante valenza conoscitiva: dopo anni di teorizzazioni, studi, approfondimenti che lo hanno sempre posto al centro delle speculazioni teoriche, esso rivendica con forza un ruolo concreto nell’indagine effettiva del reale; da concetto esclusivamente semantico diventa concetto operativo, strumento irrinunciabile del kit dei ricercatori qualitativi e quantitativi. Il gruppo dunque, al di là delle sue caratteristiche esteriori, si mostra nella sua dimensione ludica, ovvero come un campo di gioco tra gli attori, insieme di relazioni, generatore spontaneo di apprendimento. Questo accostamento si inserisce nella più generale concezione della ricerca sociale come simulazione: l’esplorazione del sociale passa infatti, sempre e comunque, attraverso un’incessante opera di semplificazione, selezione, aggregazione di variabili; opera questa sicuramente artificiale e che fa del contesto d’indagine un surrogato ideale dei contesti naturali d’interesse. “Per definizione, la ricerca sociale corrompe la naturalezza del mondo sociale per trasformarlo nel mondo artificiale della ricerca”. In tale contesto euristico anche il gruppo si configura come simulazione, gioco, sistema formale ben strutturato tramite regole precise; il suo ruolo primario diventa quello di generare

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Roberta Senese Contatta »

Composta da 162 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6793 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.