Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sviluppo di un nuovo saggio per l’idrolisi del sulfatide da parte dell’enzima Arilsulfatasi A: rilevanza per la cura della Leucodistrofia Metacromatica

Questo lavoro di tesi ha riguardato lo sviluppo di un saggio colorimetrico per l’idrolisi del sulfatide da parte dell’ enzima Arilsulfatasi A, che consentisse di superare le limitazioni e gli svantaggi arrecati dai substrati utilizzati in passato (P-nitrocatechol sulphate, 4-metilumbelliferil solfato (MUS), Sulfatide fluorescente, sulfatide radiomarcato).
Questo rappresenta un punto di partenza per valutare l’efficienza e l’efficacia della terapia genica, effettuata su pazienti affetti da leucodistrofia metacromatica.
Quindi il mio lavoro di tesi è basato sulla messa a punto di un saggio poco pericoloso per l’operatore, preciso e sensibile. Di particolare interesse è l’elevata sensibilità del saggio, che può essere utilizzato con 0,003mU dell’ enzima Arilsulfatasi A, a partire da sole 500000 cellule isolate da sangue periferico di paziente.

Mostra/Nascondi contenuto.
1.2.5 Sintomatologia I sintomi della MLD consistono in una perdita progressiva ed irreversibile delle funzioni cognitive e motorie. I casi con insorgenza più precoce (tardo-infantile e giovanile) sono anche quelli con un decorso più rapido della malattia, che porta a morte del paziente nel giro di pochi anni. In questi casi le manifestazioni della malattia consistono in un rallentato sviluppo motorio del bambino e in ritardo mentale. I pazienti adulti hanno nella maggior parte dei casi un progressivo deficit cognitivo che porta a stati simili a demenza, e solo dopo molti anni dall'insorgenza si manifestano i segni di un deterioramento delle capacità motorie (Shiffman R. et al. 2004). 1.2.6 Diagnosi La diagnosi per la MLD è complicata dalla sovrapposizione dei primi sintomi con altre malattie neurologiche. Negli anni passati, la diagnosi era basata sul sequenziamento completo del gene ArsA, in quanto permetteva di ottenere un’affidabile caratterizzazione molecolare dei soggetti affetti e dei loro parenti, per 12

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Francesca Lonardo Contatta »

Composta da 53 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 58 click dal 28/03/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.