Skip to content

L’organizzazione di Strutture e di Percorsi, nel complesso Setting Assistenziale dei pazienti affetti da Alzheimer

Informazioni tesi

  Autore: Giuseppe Sottile
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Medicina e Chirurgia
  Corso: Scienze Infermieristiche ed Ostetriche
  Relatore: Riccardo  Di Salvo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 102

Il presente lavoro non vuole essere chiaramente esaustivo, rispetto alle conseguenze che una malattia così devastante, produce nel paziente e nella vita dei propri cari. Le pagine prodotte rappresentano dunque un lavoro sintetico dei punti salienti del problema demenze in genere. Sono state tratteggiate le fasi della malattia, lo stato delle cure disponibili, la necessità di emettere una diagnosi precoce e differenziale, indispensabile per la tipizzazione della malattia, e la conseguente scelta del percorso di cure. Per quanto riguarda l’ambito infermieristico, si è giunti alla conclusione che bisogna includere nel modello assistenziale una visione olistica ed empatica, ma soprattutto, ci si è soffermati sull’importanza del controllo sui fattori di rischio, suddividendo in tre le aree i principali interventi assistenziali, che pertanto necessitano l’elaborazione di una modulistica incentrata principalmente sul monitoraggio dei fattori di rischio. La rete dei servizi erogati, sembra essere alquanto lacunosa e disomogenea, emerge un notevole gap tra nord e sud, che deve essere al più presto colmato, anche gli aspetti normativi, soprattutto quelli della Regione Sicilia, necessitano di un intervento che sembra essere in atto, ma il cui iter sembra essere interminabile, per portarsi agli standard Nazionali, tuttavia, in generale tutto l’assetto normativo necessita di essere implementato e migliorato, apportando quel sostegno atteso da tante famiglie appesantite dall’assistenza ai propri congiunti, con forme di aiuto economico, oltre che di presa in carico del paziente da parte delle istituzioni pubbliche, da Bolzano a Enna. Tutto questo nel tentativo di evidenziare, gli aspetti positivi della ricerca, soprattutto nel campo strumentale utile alla diagnosi, e le buone prospettive rispetto alla future cure in ambito farmacologico. Le fitte nubi su questa malattia considerata misteriosa, ormai si stanno diradando, lasciando campo ad una visione di insieme più chiara, in cui si intravede una possibilità di guarigione, fino ad oggi impossibile. I dati epidemiologici, sono implacabili nelle proiezioni future, e come infermiere mi coinvolgono emotivamente e professionalmente, giacché comprendo i risvolti socio-sanitari, e comprendo il peso di ciò che rappresenta per l’intera categoria, la presa in carico di questi pazienti, oltre agli alti costi che nel futuro si dovranno affrontare per le malattie dementigene. Spero che l’averne parlato possa contribuire, seppure in piccolissima parte a sensibilizzare chi aveva una conoscenza vaga e superficiale sull’argomento. Concludo con l’auspicio che le istituzioni, possano imprimere una maggiore accelerazione alla ricerca scientifica, per sconfiggere questa terribile malattia, e le sue conseguenze sociali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
11 INTRODUZIONE La scelta di questo argomento, trae la sua origine dalla mia collaborazione con l’Azienda Sanitaria per cui lavoro, nell’implementazione di un progetto che attualmente è in corso di realizzazione, per la creazione di un Centro Diurno Alzheimer e relativi percorsi assistenziali. Nella mia lunga carriera da Infermiere, oltre trentasei anni, ho avuto modo di acquisire esperienze in vari ambiti di diagnosi e cure, ma non ero mai venuto in contatto con la realtà che ruota intorno alla patologia Alzheimer. Questa esperienza mi ha toccato profondamente, facendo affiorare sentimenti che pensavo di non poter provare, sprigionando in me, il desiderio di fare qualcosa per queste persone, indirizzando ogni sforzo nel tentativo di contribuire, sebbene in piccola parte, al benessere loro e delle famiglie egualmente colpite da questo male invisibile che cancella la coscienza di sé a chi ne è affetto. L’avere scelto questo tema, và esattamente in questa direzione, ricercare, studiare per allargare le proprie conoscenze è quello che mi sono imposto ,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi