Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Storia di due spade: Stato e Chiesa nei secoli

Scopo di questo lavoro è ripercorrere la storia della Chiesa cattolica con particolare attenzione ai rapporti tra potere spirituale e temporale; a questo fine, la trattazione manualistica è stata correlata da un'ampia scelta antologica di testi. Una speciale cura è stata prestata ai problemi della Riforma protestante e della Controriforma o "Riforma cattolica", ed anche se gli ultimi pontificati sono stati esaminati più a livello di cronaca che non di storia, data la "contemporaneità" degli eventi, nessun settore della storia della Chiesa è stato trascurato. Si è quindi voluto produrre un ausilio agile, ma completo ed efficace al tempo stesso, a quanti abbiano intenzione di dedicarsi allo studio di questa disciplina.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE ALLO STUDIO DELLA STORIA DELLA CHIESA: IL METODO “STORICO-CRITICO” E LE “SCIENZE AUSILIARIE”. La storia della Chiesa s’inserisce, in quanto storia ‘settoriale’, nel più contesto ampio della storia civile e trova riferimenti nell’ecclesiologia, che riguarda invece la visione che la Chiesa ha avuto di sé stessa nella storia (la manifestazione della Chiesa nella storia secondo il punto di vista della Chiesa stessa), ma non va confusa con questa, che è un materia teologica, e non una disciplina storica, come invece indiscutibilmente è la storia ecclesiastica. Nel corso della storia è stata tentata una mediazione tra storia della Chiesa ed ecclesiologia facendo nascere anche la disciplina dell’ecclesiologia storica, che sorge “a metà strada” tra la storia della Chiesa e l’ecclesiologia 1 . L’ecclesiologia storica offre pertanto due punti di vista: 1. Quello storico, come storia delle vicende; 2. Quello teologico, come storia della salvezza. La storia della Chiesa ha invece soltanto il primo dei due suddetti punti di vista, e l’ecclesiologia solo il secondo. Discipline ‘ausiliarie’ della storia della Chiesa in particolare sono le Sacre Scritture (Antico e Nuovo testamento), la teologia, sia fondamentale che dogmatica (cristologia e trinitaria), l’ecclesiologia, la geografia storica (o geostoria) e la filosofia. La storia della Chiesa può essere seriamente studiata sia da credenti che da non credenti, ma ovviamente cambia il punto di vista. Compito della storia della Chiesa è quello di studiare la storia delle varie chiese cristiane e soprattutto della Chiesa cattolica, nel tempo e nello spazio geografico 2 . La Chiesa, “muovendosi” nel tempo storico e nello spazio, sembra dar ragione al noto proverbio latino “Ecclesia semper reformata est”. Durante la Riforma protestante, ad esempio, si parlò spesso della necessità di un “ritorno alle origini”, contro la corruzione e la mondanizzazione del clero. Fino circa al Mille si parla di storia della Chiesa, in seguito di storia della Chiesa cattolica apostolica romana. La Chiesa cattolica pretese di essere la Chiesa universale, e questo costituirà motivo di contrasto con la Chiesa orientale; la Chiesa ortodossa nasce infatti nel 1054, con il Grande 1 Dal punto di vista teologico anche la storia della Chiesa, oltre all’ecclesiologia, è una disciplina “intermedia” tra la teologia e la storia, ma questa prospettiva non è accettabile sul piano specificamente storico; resta invece valida la concezione teologica dell’ecclesiologia. 2 J. Comby, Per leggere la storia della Chiesa, a c. di L. Borriello, e M. del Genio, 2 voll., Borla, Roma, 2004. Si tenga presente che l’autore di questo libro è cattolico. Il manuale si presenta come un agile sussidio, con una ricca scelta antologica.

Tesi di Master

Autore: Marco Martini Contatta »

Composta da 125 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 394 click dal 15/03/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.