Skip to content

Web series Addicted. Un festival come strategia di comunicazione

Informazioni tesi

  Autore: Krizia Ricupero
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Editoria multimediale e nuove professioni dell'informazione
  Relatore: Mihaela Gavrila
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 284

Nel complesso sistema mediale italiano, i festival rappresentano un'occasione fondamentale per la promozione, la conoscenza e la diffusione della cultura cinematografica e audiovisiva. I WebFest, dedicati alle web series, nello specifico, nascono per promuovere un nuovo modello di raccordo tra mercato cinematografico tradizionale da un lato, nuovi autori e giovani produzioni che utilizzano il web come canale produttivo e distributivo dall’altro.
Al volgere del secolo le serie tv si sono imposte come nuova forma d’arte capace di sfidare il cinema sul suo stesso terreno, quello della narrazione attraverso le immagini e i suoni. Titoli come CSI, 24, Dexter, Mad Men, Il Trono di Spade hanno raggiunto livelli di elaborazione stilistica, di articolazione narrativa e profondità tematica con cui pochi film contemporanei riescono a competere, acquisendo sempre più importanza tanto che spesso la critica le associa, come qualità e bravura dei cast, alle pellicole cinematografiche. II telefilm, quasi con discrezione, esalta le regole dell'intrattenimento, traccia percorsi passionali e, giorno dopo giorno, prende per mano lo spettatore portandolo d'incanto in quella dimensione emotiva che lo risarcisce della modestia della vita quotidiana. Infatti le storie narrate nei telefilm devono colpire lo spettatore, incuriosirlo, spingerlo a vedere lo show e soprattutto a parlarne creando un effetto “passaparola” che porti ad allargare il pubblico di quel determinato prodotto.
Da qualche anno si assiste alla crescita del successo di una nuova forma di fiction, le web series, cioè fiction pensate per il web che rappresentano il fenomeno più innovativo nello scenario della produzione narrativa audiovisiva. Inizialmente utilizzate come pubblicità dai network, ormai oggi sono diventate sempre più canali indipendenti per la creazione di nuove forme narrative che sfruttando le opportunità offerte dalla Rete e dalle nuove tecnologie, hanno permesso a chiunque di usufruire di piattaforme gratuite per sponsorizzare i propri video seriali. Già a cavallo del nuovo millennio, soprattutto negli Stati Uniti, le prime produzioni nate e cresciute direttamente sul web hanno trovato il riscontro favorevole del pubblico. Negli anni successivi è stato il boom totale. Dalle grandi reti televisive ai giovani ragazzi, chiunque si cimenta nell’impresa di produrre web series, sfoggiando talento e versatilità con un’altissima qualità di riprese e sceneggiatura. Esse hanno avuto la loro consacrazione con l’istituzione, nel 2010, del LosAngeles WebFest, il primo festival interamente dedicato al genere. Da quel momento in poi, da Marsiglia a Melbourne, da Hong Kong a Vancouver, tutto il mondo ha mostrato interesse per queste manifestazioni. Nel 2013 è giunto il momento anche dell’Italia, dopo che lavori come Travel Companions, la prima serie nostrana premiata a LosAngeles come migliore commedia in lingua straniera, hanno ottenuto riscontri molto positivi oltreoceano. Infatti dal 27 al 29 settembre 2013 si è svolta la prima edizione del Roma WebFest, con la direzione artistica di Janet De Nardis e direzione generale di Maximiliano Gigliucci. Il Roma WebFest è stato centrato su u un progetto di festival delle web series, ma vuole rappresentare una vetrina permanente dei giovani talenti e delle produzioni indipendenti.
Obiettivo di questo progetto di tesi è quello di studiare il lavoro svolto dall'ufficio stampa per la prima edizione del Roma WebFest. Le informazioni necessarie per analizzare questa attività mi sono state fornite dalla direttrice artistica del festival Janet De Nardis, oltre che dalla mia partecipazione diretta al festival.
L'importanza di comunicare è elemento essenziale nella realizzazione di un evento, dove obiettivo principale è riuscire a raggiungere il maggior numero di persone. Da qui, quindi la necessità di costruire un buon ufficio stampa che sappia controllare le relazioni con i media tramite comunicati stampa in grado di raggiungere tutti i canali dell'informazione da quelli tradizionali a quelli online, sappia gestire in modo efficace la comunicazione attraverso il proprio sito, creando una newsletter o un blog e sappia utilizzare i social network e le nuove tecnologie. Infatti quello che oggi ci si aspetta da un ufficio stampa 2.0 è un dialogo con l'utente, senza intermediari, attraverso una forte presenza in molteplici mezzi di comunicazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1. TRA VECCHIA E NUOVA SERIALITÀ 1.1 Dalla serialità tv alla serialità sul web Premessa Nella storia dei mezzi di comunicazione, la televisione ha da sempre svolto un ruolo di primaria importanza, accompagnando con i suoi programmi la vita di tanti spettatori. Ogni qual volta sul mercato e nella società si affacciavano potenziali competitors potenzialmente in grado di poterle strappare il suo ruolo di regina del tempo libero 22 , il suo destino veniva però dipinto attraverso scenari catastrofici. Cambiamenti normativi e del contesto socio-economico, nuovi stili di vita, diffusione di nuove tecnologie hanno reso possibile un'evoluzione della televisione che ha subito e continua a subire molteplici cambiamenti. Sono cambiate innanzitutto le tecnologie: il passaggio universale al digitale terrestre ha 22 M. Buonanno (2004), Realtà multiple. Concetti, generi e audience della fiction TV, Liguori, Napoli, p.107 22

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi