Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Language and power: il discorso politico alle presidenziali in America nel 2016

Il mio lavoro di tesi, partendo da assunti teorici riguardanti la scienza della parola e il ruolo che essa ha assunto nei secoli e, alla luce delle diverse strategie di ricerca che linguisti e studiosi hanno sviluppato in questi ultimi decenni, nel campo d’indagine dell’Analisi Critica del Discorso, è giunto ad analizzare la dimensione dei discorsi politici dei due candidati alle presidenziali americane del 2016, la democratica Hillary Clinton e il repubblicano Donald Trump.

Mostra/Nascondi contenuto.
20 CAPITOLO 2 Analisi Critica del Discorso dei testi politici: strategie di ricerca 2.1 La comunicazione nell’Analisi Critica del Discorso La comunicazione come atto comunicativo, condivisione di qualcosa, scambio interattivo tra due o più partecipanti dotato di una certa intenzionalità e in grado di far condividere un determinato significato sulla base di sistemi convenzionali che aderiscono alla cultura di riferimento, rappresenta il punto d’avvio del nostro lavoro sull’analisi critica del discorso. La comunicazione è un processo sociale fondamentale, strumento per il confronto di opinioni in cui ciascuno cerca di far prevalere il proprio punto di vista, in cui i protagonisti mettono in gioco la propria visione della vita, propongono idee o suggerimenti. Essa è più che la semplice trasmissione di messaggi, è l’interazione umana tra individui e gruppi attraverso cui le identità si formano e i significati vengono condivisi. La Critical Discourse Analysis (CDA) è un approccio interdisciplinare allo studio del discorso che affonda le sue radici nella Retorica, nella Linguistica Testuale, nell’Antropologia, nella Filosofia, nelle Scienze Cognitive, nella Letteratura, nella Sociolinguistica, così come nella Linguistica Applicata e nella Pragmatica. Essa vede il linguaggio come una forma di pratica sociale, manifestazione delle condizioni sociali e, contemporaneamente, come strumento in grado di determinare rapporti all’interno della società. Si concentra sullo studio delle relazioni di potere, discriminazione e dipendenza che si manifestano nel discorso (che non sempre vengono percepite dai partecipanti), affinché sia fatta un’analisi che vada al di là della mera intuizione, sulla base di una consapevolezza ideologica e dei rapporti di potere che ne stanno alla base. Tra le diverse posizioni assunte all’interno del panorama di questa scienza, uno schema teorico comune risulta essere presente e utilizzato come sfondo di progetti potenzialmente molto differenti, la sua attribuzione al campo della ricerca empirica e alla forma processuale. Tale ricerca empirica della disciplina è spiegata sotto forma di un processo circolare in cui la teoria e il discorso (o testo) sono agli apici di un sistema che vede l’opera di interpretazione e operatività come due punti cardine su cui rimbalzano fino a tornare nuovamente su sé stessi. Partendo dalle teorie sulla CDA, attraverso un processo di concettualizzazione o selezione degli assunti teorici e

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Teresa Cornacchia Contatta »

Composta da 101 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 728 click dal 07/04/2017.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.