Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Lo sviluppo dei fast food in Italia: il caso McDonald’s

Gli studi condotti su McDonald’s hanno evidenziato diversi aspetti fondamentali che hanno reso la società tra le più famose e importanti del mondo, per l’organizzazione del lavoro, dei dipendenti e per le strategie per avere la meglio sui concorrenti, riuscendo anche a ridurre i propri costi migliorando i livelli di efficienza del proprio lavoro, diventando un esempio da seguire per aziende concorrenti e non, come anche industrie o negozi. Il successo è stato determinato anche dallo sviluppo del settore dei fast food in tutte le economie dei paesi più importanti tanto negli Stati Uniti, quanto in Europa e nel resto del mondo. Oggi investe milioni di dollari ogni giorno per pubblicizzare il proprio marchio e per soddisfare le esigenze di ogni tipo di cultura, divenendo un’azienda tipica in ogni paese.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Le origini di McDonald’s 1.1. Nascita e Sviluppo di McDonald’s La McDonald's Corporation è la più grande catena di ristoranti fast food nel mondo. Tutto ebbe inizio nel 1937 quando i fratelli Richard e Maurice McDo- nald nell’Arcadia, in California, aprirono un piccolo ristorante che vendeva pa- nini, prima di trasferirsi nel 1940 a San Bernardino in cui aprirono un nuovo locale sotto il nome di McDonald’s; dieci anni dopo avevano già guadagnato molto più di quanto potessero mai immaginare. Tuttavia, un aumento sempre maggiore della concorrenza, costrinse i due fratelli imprenditori a modificare l’organizzazione e la gestione dei loro locali, migliorando la velocità del servi- zio e preservando la qualità dei loro prodotti, abbassando addirittura i prezzi. Il successo di McDonald’s è da attribuire soprattutto ad un terzo personaggio, Ray Kroc, rappresentante di frullatori che nel 1954 andò a visitare il locale dei fratelli McDonald a San Bernardino per capire come mai quel ristorante utiliz- zava così tanti frullatori per preparare milkshakes. Kroc rimase talmente sba- lordito dal successo dei McDonald che propose ai fratelli di espandere la cate- na, aprendo altri ristoranti in franchising. Così il 15 aprile 1955 aprì il primo McDonald’s in franchising nell’Illinois: l’incasso di quella giornata non soddi- sfò le aspettative, ma in breve tempo il successo fu immenso: Ray Kroc e i fra- telli McDonald crearono un impero nel campo della ristorazione veloce. Il metodo adottato da Kroc era un sistema di franchising che prevedeva la ven- dita della licenza a 950 dollari, vendendo a un singolo licenziatario un punto vendita alla volta e concedendone un eventuale secondo solo se avesse ottenuto buoni risultati. Lo scopo era evitare che un grande licenziatario diventasse così potente da riuscire a modificare i principi e le procedure base del sistema McDonald’s. In un primo momento Kroc trovava un luogo dove impiantare la struttura, cer- cava un investitore disposto a costruire il locale che avrebbe egli stesso preso in affitto per poi subaffittarlo a un licenziatario. Successivamente comprese che avrebbe potuto guadagnare molto di più acquistando direttamente i terreni sui quali costruire, facendo diventare McDonald’s, negli anni Sessanta in pieno

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Salvatore Assenza Contatta »

Composta da 37 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1603 click dal 17/05/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.