Skip to content

Valutazione dell'efficacia del trattamento psicoterapeutico psicodinamico nei pazienti borderline

Informazioni tesi

  Autore: Giulia Staderini
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2016-17
  Università: Università Telematica Guglielmo Marconi
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia
  Relatore: Federico Dazzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 132

Il presente lavoro si è proposto di analizzare le evidenze empiriche relative all’efficacia delle psicoterapie psicodinamiche sul disturbo borderline di personalità. Si tratta di un disturbo complesso per la varietà sintomatologica, la multifattorialità eziopatogenetica e la frequente comorbilità con altri disturbi. Abbiamo esaminato cinque psicoterapie psicodinamiche manualizzate: Transference-Focused Therapy TFT (Kernberg, Yeomans, Clarkin, 1999), Mentalization-Based Therapy MBT (Bateman e Fonagy, 2004), Psychodynamic Interpersonal Therapy PIT (Guthrie, 1999), General Psychiatric Management GPM (Gunderson e Links, 2001), Dynamic Deconstructive Psychotherapy DDP (Gregory, 2010). La valutazione di efficacia delle stesse si è basata su 20 studi empirici disponibili, comprensivi di un campione di più di 1.100 pazienti. Sono state prese in esame anche psicoterapie manualizzate di matrice non psicodinamica, in particolare Dialectical Behavior Therapy DBT (Lineham, 1993) e Schema-Focused Therapy SFT (Young, 1999) perché oggetto dei principali compartivi (11 studi su un campione di circa 625 pazienti).
I diversi studi esaminati evidenziano maggiore efficacia, a 12-18 mesi di follow-up, dei trattamenti manualizzati specifici per il DBP, ma sono comunque migliorate su quasi tutti gli indici di out-come, sebbene in modo non parimenti significativo, anche le condizioni dei pazienti con TAU. Ciò avvalora quanto evidenziato dalle Linee Guida dell’APA (APA, 2001) che indicano la psicoterapia come trattamento d’elezione per il DBP.
Le psicoterapie psicodinamiche rispetto alle terapie di altra matrice sembrano avere il vantaggio di generare mutamenti a livello strutturale, che portano a stabilità nel tempo del miglioramento sintomatologico, sebbene al momento non ci siano ancora sufficienti evidenze empiriche.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Il presente lavoro si propone di analizzare le evidenze empiriche relative all’efficacia delle psicoterapie psicodinamiche sul disturbo borderline di personalità. Il primo capitolo introduce le complessità legate alla definizione del concetto di borderline. Viene effettuata una rapida panoramica relativa alle principali teorie eziopatogenetiche del disturbo, evidenziandone la multi- fattorialità: conflitti pulsionali irrisolti e scissione (Kernberg, 1975), iper- coinvolgimento materno conflittuale (Mahler, 1975, Masterson e Rinsley, 1975), trascuratezza da parte del care-giver (Adler, 1985), dissociazione (Meares, 2014), deficit metacognitivo (Fonagy, 1999), disregolazione emotiva (Linhem, 1999), ambiente invalidante (Paris, 1999), credenze patogene (Beck, 1990). A seguire viene illustrato il percorso storico che ha portato all’attuale definizione nosografica del disturbo borderline, come oggi descritto nel DSM 5. Si presenta inoltre il significato attribuito al termine non come categoria nosografica a sé stante, bensì come organizzazione di personalità (Kernberg, 1975) nell’accezione focalizzata sugli aspetti di funzionamento utilizzata nel PDM per diagnosticare i disturbi di personalità. Vengono inoltre passati in rassegna i principali strumenti diagnostici per individuare il disturbo, alcune scale specifiche per misurare particolari aspetti sintomatologici del disturbo ed infine gli strumenti specifici di diagnosi del DBP. Il secondo capitolo prende in esame le principali psicoterapie psicodinamiche manualizzate per la cura del DBP, illustrandone le caratteristiche specifiche nonché gli aspetti comuni e le differenze principali. In particolare, le terapie trattate sono: Transference-Focused Therapy - TFT (Kernberg, Yeomans, Clarkin, 1999), Mentalization-Based Therapy – MBT (Bateman e Fonagy, 2004), Psychodynamic Interpersonal Therapy - PIT (Guthrie, 1999), General Psychiatric Management - GPM (Gunderson e Links, 2001), Dynamic Deconstructive Psychotherapy - DDP (Gregory, 2010). Sono inoltre descritte altre psicoterapie non di matrice psicodinamica specifiche per il DBP perché utlizzate in RCT comparativi sull’efficacia delle psicoterapie

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

borderline
yeomans
bateman e fonagy
lineham
psychodynamic interpersonal therapy
dialectichal beahvioural therapy
transference focused therapy
mentaliztion based therapy
general psychiatric management
dynamic deconstructive therapy

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi