Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dimissioni del lavoratore dopo il Jobs act

Nell'elaborato viene esposto il quadro normativo che regola le dimissioni dal 2007 al 2015. È trattata la problematica delle dimissioni in bianco e le tutele verso le lavoratrici madri

Mostra/Nascondi contenuto.
- 5 - CAPITOLO I CONSIDERAZIONI GENERALI 1.1 Risoluzione consensuale e dimissioni Il recesso del lavoratore è disciplinato dall’articolo 2118 del Codice Civile, secondo cui “ciascuna delle parti può recedere liberamente(ad eccezione che ci sia un contratto ad hoc con durata minima stabilita) da un contratto a tempo , dando preavviso nel termine e nei modi stabiliti”. 1 A differenza di quanto avviene per la decisione di recesso da parte del datore di lavoro (licenziamento), per le dimissioni non è necessaria la sussistenza di ragioni specifiche, a patto che sia rispettato l’obbligo di preavviso (nei casi contemplati dai Contratti Collettivi Nazionali); tale obbligo ha il fine di non esporre il datore di lavoro alle conseguenze derivanti dall’abbandono improvviso di un dipendente . Nel caso in cui tale regola non sia rispettata è applicata un’indennità sostitutiva di preavviso , che equivale all’importo delle retribuzioni che sarebbero spettate al lavoratore durante il periodo di preavviso. L’obbligo non è contemplato nei casi previsti dall’articolo 2119 del Codice civile: -quando sussistono cause che non consentono la prosecuzione, anche provvisoria, del rapporto di lavoro , definito anche gravissimo impedimento. Tale condizione è prerogativa delle “dimissioni per giusta causa”, in questo caso il lavoratore ha 1 Art 2118 Codice Civile

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Sonia Cucci Contatta »

Composta da 35 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 492 click dal 13/07/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.