Skip to content

S.I. Sentimental Insights - Un'indagine soggettivo-qualitativa della misurazione scientifica

Informazioni tesi

  Autore: Laura Cemin
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2016-17
  Università: LABA - Libera Accademia di Belle Arti
  Facoltà: Design e Arti
  Corso: Fotografia
  Relatore: GiovanniMantovani
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 88

Quanto la misurazione influenza la nostra vita? Quanto l'attenzione dell'essere umano, travolto dal flusso degli eventi, si sta spostando sulla quantità, dimenticando la qualità della propria vita?
Arte e scienza, ambiti apparentemente opposti, sono in realtà molto vicini. Il desiderio di utilizzare il loro legame per rendere accessibile le loro nozioni è lo scopo di questa ricerca. Arte e scienza che, assieme, cercano di svegliare l'uomo portandolo ad una consapevolezza nuova: la fuoriuscita dal flusso degli eventi per diventare una figura attiva e non solamente una pedina passiva che lascia alla società contemporanea, basata sul cambiamento ed incertezza, il potere di opprimerlo, definendo lontanissimi obiettivi dai tempi stretti, impossibili da raggiungere ma così allettanti da essere bramati.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 Tendiamo costantemente alla perfezione, alla ricerca maniacale della certezza, pretendiamo di codificare e definire il mondo secondo leggi razionali e immutabili. Cerchiamo così di mettere a tacere la nostra ansia, il nostro smarrimento. Presuntuosamente esigiamo misurare ciò che ci circonda, indipendentemente dalla sua natura; calcoliamo il nostro peso, la distanza da percorrere, arrivando a voler definire in termini numerici persino i sentimenti, i pensieri, le relazioni. Quale desiderio utopico è il nostro! La scienza, in particolare modo la fisica, rivela la fallacia dell’uomo. Nonostante la ricerca maniacale del dettaglio, della precisione, anche gli scienziati sono consapevoli dei limiti umani e sono così costretti ad accettare l’incertezza della misura. Così scrive Heisenberg nel 1927, riferendosi al neo-nato principio di indeterminazione. Una scoperta notevole: l’influenza dello scienziato sulla sua misurazione non può più essere trascurata, diventando la principale causa della sua imprecisione, seppur appena percettibile. Indeterminazione generata dall’interazione, interazione tra uomo e spazio, macrocosmo e microcosmo, oggettivo e soggettivo. La scienza diviene così “umana”. Ogni risultato scientifico richiede un’interpretazione, una lettura critica, così come avviene per un’opera d’arte. La fisica punta a spiegare il mondo, seppur consapevole e aperta al piccolo scarto tra ciò che la realtà è e ciò che l’uomo può arrivare a conoscere; così l’arte si prefigge di parlare del medesimo mondo, aggiungendo però all’osservazione oggettiva un nuovo elemento, emotivo, soggettivo, unico. Definire la misura di una grandezza si pone certamente all’apice del processo conoscitivo, atto a muovere l’uomo verso una continua evoluzione e un costante apprendimento. L’aver sancito grandezze fisiche fondamentali ha sicuramente facilitato la comunicazione, così come lo sviluppo di teorie sempre più precise ed avanzate. In una società “scientifica” come quella odierna, la razionalità pare però essere investita di un’importanza smodata, arrivando ad essere ritenuta la soluzione ad ogni problema, la risposta ad ogni quesito. Il metodo scientifico non viene quindi utilizzato solamente per arrivare alla conoscenza Nell’ambito della realtà le cui condizioni sono formulate dalla teoria quantistica, le leggi naturali non conducono quindi a una completa determinazione di ciò che accade nello spazio e nel tempo; l’accadere (all’interno delle frequenze determinate per mezzo delle connessioni) è piuttosto rimesso al gioco del caso. 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

arte
fisica
fotografia
qualitativo / quantitativo
cambiamento della società
controllo maniacale del quotidiano
misurazione scientifica
razionale irrazionale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi