Skip to content

IL FRUTTETO. Evoluzione delle densità di impianto e moderni orientamenti

Informazioni tesi

  Autore: Carmelo Ofria
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Agraria
  Corso: Scienze e tecnologie agrarie, agroalimentari e forestali
  Relatore: Francesco Sottile
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 32

La tesi analizza l'evoluzione nel tempo degli impianti arborei, dagli estensivi agli intensivi. Prima la manodopera aveva un costo relativamente basso, quindi non si sentiva la necessità di meccanizzare, le operazioni colturali come potatura e raccolta avvenivano manualmente, con l'ausilio di scale, le piante avevano grandi dimensioni, spesso franche di piede, con forme di allevamento in volume, la vita economica degli impianti era lunga e l'entrata in produzione tardiva. Con l'aumento del costo della manodopera ci si è dovuti adattare a una nuova epoca, e la tendenza si è spostata sull' intensificazione degli impianti arborei, utilizzando sesti più stretti, forme di allevamento in parete e portinnesti che riducono il vigore, e sulla meccanizzazione delle operazioni colturali (come potatura e raccolta), effettuate completamente da terra, tutto al fine di ridurre i costi ed aumentare le rese, anticipando l'entrata in produzione. Adesso gli impianti sono più stretti, meccanizzati, con maggiori rese, ma una durata economica nettamente minore. La tesi analizza questo aspetto dell'evoluzione degli arboreti nel tempo in una prima parte generale, per poi andare ad analizzare due casi studio specifici: il pesco, dove il miglioramento genetico non è riuscito ancora ad ottenere portinnesti nanizzanti, ed il melo, dove viceversa il miglioramento genetico ha portato ai portinnesti più nanizzanti in assoluto, nonchè a cultivar dal portamento colonnare adatte per gli impianti super intensivi ad alta resa, grazie alla possibilità di essere allevate a cordone verticale o superspindel.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
8 PRESUPPOSTI TECNICI ED AGRONOMICI La prima domanda a cui rispondere è quella relativa all’obiettivo che ci si prefigge, che è sintetizzabile nel semplice assunto di rendere il più conveniente possibile il bilancio economico costi/ricavi. Tale obiettivo viene perseguito attraverso: 1)la riduzione degli anni improduttivi, puntando su produzioni immediate e significative; 2)la produzione solo di frutti uniformi, di qualità elevata e corrispondente allo standard commerciale più favorevole al produttore; 3)l’eliminazione dell’alternzanza di produzione; 4)l’impostazione di un’architettura del frutteto tale da minimizzare l’impiego di capitale lavoro e capitale macchine(ossia i costi di esercizio). Per ottenere questi scopi tutta la tecnologia della produzione, così come tradizionalmente viene intesa, deve essere rimaneggiata e modificata: queste modifiche riguardano essenzialmente: 1)il tipo di pianta da adottare all’impianto:ad essa si richiede di indirizzare la sua energia verso il massimo della produzione ed il minimo di rinnovo vegetativo: per questo motivo vengono utilizzate piante preformate in vivaio, di 2-3 anni di vita; il portinnesto non è franco ed è nanizzante. Questa pianta arriva dal vivaio già predisposta alla fruttificazione e non di rado è stata preparata a fruttificare immediatamente anche con l’uso di ormoni. 2)le basi agronomiche relative al terreno:la preparazione vera e propria del terreno consiste solo nel livellamento e nella sistemazione idonea allo sgrondo delle acque superficiali, la pianta. 3)l’irrigazione/nutrizione: la quantità d’acqua viene regolata in base allo stadio fenologico della pianta, alla temperatura ed alla luminosità(cioè in base ai fattori che regolano la respirazione e la traspirazione della pianta). Assieme all’acqua viene anche somministrato il dosaggio di elementi minerali idonei, come quantità e tipo, a sostenere la pianta in quello stadio: per questo viene utilizzato il sistema a goccia; il sistema può essere computerizzato oppure programmato e comandato in maniera empirica. 4)l’architettura della pianta. 5)il disegno del frutteto:è necessario aumentare il numero di piante per ettaro, utilizzando pali e fili come sostegno.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

pesco
franco
melò
portinnesto
frutteto
arboreto
m9
gf677
superspindel
nanizzante

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi