Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La scatola azzurra e la sua applicazione nel settore educativo-scolastico

La scatola azzurra è uno strumento educativo-didattico scoperto da Paola Tonelli, referente del MCE e fondatrice del Gruppo Nazionale Infanzia, che ha mutuato questo strumento dall'ambito terapeutico per utilizzarlo nel settore educativo-scolastico allo scopo di offrire ai bambini rilassanti esperienze espressive, artistiche e scientifiche, attraverso la manipolazione della sabbia e il supporto di materiale naturale e oggetti miniaturizzati rappresentanti tutto ciò che si può osservare nel mondo.
La tesi ripercorre le origini e la storia del Movimento di Cooperazione Educativa, le illuminanti scoperte del Novecento sull'importanza del gioco e l'analisi della storia della scatola azzurra che affonda le sue radici in ambito terapeutico e grazie all'intuizione di Paola Tonelli si trasforma in uno strumento educativo-didattico, infine viene riportata un'esperienza di laboratorio della scatola azzurra, con relativa documentazione fotografica, nel settore educativo dell'asilo nido nella sezione dei grandi, che corrisponde alla fascia d'età 24-36 mesi.

Mostra/Nascondi contenuto.
- 5 - INTRODUZIONE La scelta di questo argomento, come oggetto di ricerca per la mia tesi, è stata determinata dalla mia decennale esperienza professionale nel settore educativo in qualità di educatrice di asilo nido e dal mio sempre vivo interesse relativo alla sperimentazione di nuove strategie e approcci educativi. La scatola azzurra è uno strumento educativo-didattico scoperto da Paola Tonelli, referente del MCE e fondatrice del Gruppo Nazionale Infanzia, che ha mutuato questo strumento dall’ambito terapeutico per utilizzarlo nel settore educativo-scolastico allo scopo di offrire ai bambini rilassanti esperienze espressive, artistiche e scientifiche, attraverso la manipolazione della sabbia e il supporto di materiale naturale e oggetti miniaturizzati rappresentanti tutto ciò che si può osservare nel mondo. Per comprendere le origini di questo strumento mi sono dedicata a ricercare punti di raccordo tra le origini e la storia del Movimento di Cooperazione Educativa, le illuminanti scoperte del Novecento sull’importanza del gioco e l’analisi della storia della scatola azzurra che affonda le sue radici in ambito terapeutico e grazie all’intuizione di Paola Tonelli si trasforma in uno strumento educativo- didattico; infine ho riportato brevemente, con la relativa documentazione fotografica, la mia esperienza di applicazione del laboratorio della scatola azzurra nel settore educativo dell’asilo nido, nella fattispecie con la sezione dei grandi, che corrisponde alla fascia d’età: 24-36 mesi. Ebbi modo di conoscere la scatola azzurra grazie a un corso di aggiornamento professionale congiunto ad un laboratorio che prevedeva un’esperienza diretta con essa, ne rimasi molto colpita ed ebbi modo di comprendere che questo strumento se proposto ai bambini dell’asilo nido permette di conciliare la libertà espressiva e artistica con attività scientifiche e logico- matematiche, offre piacevoli esperienze sensoriali e distensive, consente di sviluppare la capacità di scegliere all’interno di uno spazio rassicurante e circoscritto come quello della scatola, pensai inoltre che tale attività si sarebbe integrata perfettamente con il progetto educativo del nido in cui operavo; esso prevedeva, infatti, una serie di attività connesse alla scoperta del naturale, ma la maggior parte di esse non erano realizzabili nei mesi invernali. Pensai alla realizzazione di un laboratorio della scatola azzurra che durasse per l’intero anno educativo, improntato sulla scoperta e l’utilizzo del materiale naturale, eliminando, quindi, gli oggetti miniaturizzati; in tal modo era possibile sfruttare le potenzialità espressive di questo strumento e al tempo stesso favorire le loro scoperte scientifiche nella sfera del naturale. Cominciai così ad informarmi in merito alle diverse sperimentazioni realizzate con questo strumento e, dopo una lunga serie di ricerche, ebbi modo di scoprire che molte educatrici, come me, avevano subito il fascino della scatola azzurra, modulando le proposte di attività

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Ester Del Monte Contatta »

Composta da 86 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 389 click dal 04/10/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.