Skip to content

Ricerca, individuazione e sviluppo del talento atletico

Informazioni tesi

  Autore: Meri Del Pup
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1995-96
  Università: Università degli Studi di Urbino
  Facoltà: Scienze Motorie
  Corso: Scienze Motorie
  Relatore: Romano Di Giacomo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 152

Un'attenta analisi dell'attuale situazione sociale e demografica del nostro Paese evidenzia che, in questi ultimi anni, lo sport italiano ha vissuto e sta vivendo una fase di sviluppo ed un processo di trasformazione senza precedenti. I 15 milioni di praticanti, suddivisi fra tesserati a Federazioni sportive (5 milioni), partecipanti ai Giochi della Gioventù, C.A.S. ecc. (5 milioni) ed altre attività promozionali (5 milioni), unitamente all'aumento della vita media ed al calo demografico, pongono nuove problematiche che bisogna affrontare con progetti originali ed improntati a proposte di elevata qualità. Questo accade perché si assiste ad una spietata concorrenza fra le varie Federazioni, le quali tentano di attuare un reclutamento sempre più ampio e precoce, nella convinzione che dai "grandi numeri" possano nascere i "campioni". Il bacino di utenza giovanile in costante diminuzione, sia per il citato calo demografico e sia per l'aumentata concorrenza, impone due scelte strategiche precise: a) programmare un reclutamento mirato e più ampio possibile; b) non disperdere le risorse umane acquisite che, a qualunque titolo, si sono avvicinate all'atletica. D'altro canto il conseguimento di affermazioni e prestazioni di prestigio nelle più importanti manifestazioni internazionali rappresenta uno degli obiettivi prioritari della Federazione Italiana di Atletica Leggera (FIDAL). La simultanea e costante concomitanza di fattori esterni (il contesto internazionale in cui si svolgono le singole manifestazioni) ed interni (riferito ai livelli organizzativi delle Società Sportive e delle Federazioni) accresce in modo esponenziale la complessità del panorama in cui si deve agire e rende quanto mai ardua ed irta di ostacoli la strada del successo dell'atletica leggera, proprio per la crescente concorrenza internazionale. Si rende pertanto necessaria la costituzione di uno specifico settore federale che ponga come obiettivo strategico del proprio operato lo sviluppo delle attività tecniche periferiche (SATP), sia per quanto riguarda l'evoluzione della carriera dei singoli atleti, sia per ciò che concerne l'accrescimento delle conoscenze tecniche, metodologiche e didattiche degli allenatori sociali interessati. Definire un "talento" non è cosa da poco, poiché non esiste ancora una teoria (scientifica) adatta a definirlo; infatti la tematica del talento sportivo ci porta a conoscenze, dette "scientifiche", basate solo sulla evidenza della pratica, ossia sul risultato finale. Tale risultato è l'unità di misura che viene preso in considerazione e a cui ci si affida per capire quale ragazzo/a di un gruppo sportivo è un atleta di successo e, quindi, il "portabandiera" di una squadra Il risultato è un valore sufficiente per capire se un atleta è o sarà un "talento" ? Dalle statistiche del Comitato Regionale della FIDAL del Friuli Venezia Giulia degli ultimi dieci anni, si può notare che ragazzi/ e che "vantavano" buoni risultati in un dato periodo, in un periodo successivo non riuscivano più a emergere come prima; addirittura molti o quasi tutti hanno abbandonato il loro sport. Perché?
CARATTERISTICHE STATICHE DEL TALENTO
Talento sportivo può definirsi una persona che dispone di premesse – principalmente di carattere genetico - per raggiungere e levate prestazioni e che dimostra una disponibilità a raggiungere tali prestazioni. E' una persona che raggiunge risultati che testimonino la sua attitudine, ma ha bisogno anche di trovare un ambiente idoneo che renda l'impresa possibile. a) Predisposizione, che presuppone una capacità; b) Disponibilità, che mette in luce la volontà; c) Ambiente sociale, che offre le possibilità; d) Risultati, che documentano la prestazione raggiunta;
CARATTERISTICHE DINAMICHE DEL TALENTO
Lo sviluppo del talento sportivo è un processo di modificazione attivo che viene regolato intenzionalmente tramite l'allenamento e che forma il fondamento per il conseguimento di un elevato livello prestativo a-posteriori. Qualora il riconoscimento di un talento sportivo preveda l'orientamento alle capacità (caratteristiche) di sviluppo di un sistema complesso costituito da componenti motorie, psichiche, emozionali, adattive, allora le strategie di riconoscimento sono necessariamente collegate al processo di allenamento. a) Processo adattivo di modificazione (manipolazione); b) Regolazione, tramite una concezione specifica dell'allenamento pluriennale; c) Processo pedagogico.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Un'attenta analisi dell'attuale situazione sociale e demografica del nostro Paese evidenzia che, in questi ultimi anni, lo sport italiano ha vissuto e sta vivendo una fase di svilu ppo ed un processo di trasformazione senza precedenti. I 15 milioni di praticanti, suddivisi fra tesserati a Federazioni sportive (5 milioni), partecipanti ai Giochi della Gioventù, C.A.S. ecc. (5 milioni) ed altre attività promozionali (5 milioni), unitamente all'aumento della vita media ed al calo demografico, pongono nuove problematiche che bisogna affrontare con progetti originali ed improntati a proposte di elevata qualità. Questo accade perchè si assiste ad una spictata concorrenza fra le varie Federazioni, le quali tentano di attuare un reclutamento sempre più ampio e precoce, nella convinzione che dai "grandi numeri" possano nascere i "campioni". Il bacino di utenza giovanile in costante diminuzione, sia per il citato calo demografico e sia per l'aumentata concorrenza, impone due scelte strategiche precise: a) programmare un reclutamento mirato e più ampio possibile; b) non disperdere le risorse umane acquisite che, a qualunque titolo, si sono avvicinate all'atletica. D'altro canto il conseguimento di affermazioni e prestazioni di prestigio nelle più importanti manifestazioni internazionali rappresenta uno degli obiettivi prioritari della Federazione Italiana di Atletica Leggera (FIDAL). La simultanea e costante concomitanza di fattori esterni (il contesto internazionale in cui si svolgono le singole manifestazioni) ed interni (riferito ai livelli organizzativi delle Società Sportive e delle Federazioni) accresce in modo esponenziale la complessità del panorama in cui si deve agire e rende quanto mai ardua ed irta di ostacoli la strada del successo dell'atletica leggera, proprio per la crescente concorrenza internazionale. Si rende pertanto necessaria la costituzione di uno specifico settore federale che ponga come obiettivo strategico del proprio operato lo sviluppo delle attività tecniche periferiche (SATP), sia per quanto riguarda l'evoluzione della carriera dei singoli atleti, sia per ciò che concerne l'accrescimento delle conoscenze tecniche, metodologiche e didattiche degli allenatori sociali interessati. Definire un "talento" non è cosa da poco, poichè non esiste ancora una teoria (scientifica) adatta a definirlo; infatti la tematica del talento sportivo ci porta a conoscenze, dette "scientifiche", basate solo sulla evidenza della pratica, ossia sul risultato finale. Tale risultato è l'unità di misura che viene preso in considerazione e a cui ci si affida per capire quale ragazzo/a di un gruppo sportivo è un atleta di successo e, quindi, il "portabandiera" di una squadra Il risultato è un valore sufficiente per capire se un atleta è o sarà un "talento" ? Dalle statistiche del Comitato Regionale della FIDAL del Friuli Venezia Giulia degli ultimi dieci anni, si può notare che ragazzi/ e che "vantavano" buoni risultati in un dato periodo, in un periodo successivo non riuscivano più a emergere come prima; addirittura molti o quasi tutti hanno abbandonato il loro sport. Perchè?

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

atletica
fidal
risultati atletici
talento atletico
talento sportivo

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi