Skip to content

Il Processo di State Bulding del Kosovo e la sua possibile integrazione nell'Unione Europea

Informazioni tesi

  Autore: Arivist Cupi
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Internazionali e Diplomatiche
  Relatore: Giovanni Finizio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 168

L’argomento della tesi trattato è il Kosovo, un territorio da sempre rivendicato dalla Serbia, in virtù dell’importante battaglia combattuta contro i turchi in Kosovo Polje nel 1389 che decreta la nascita dell’identità serba; dall’Albania perché culla della cultura albanese. Un territorio che per secoli ha rivendicato una propria autonomia e libertà dal giogo del nazionalismo serbo.
Il lavoro si è avvalso di libri, articoli e fonti ufficiali dell’ONU, dell’Unione Europea e delle più importanti organizzazioni internazionali che hanno giocato un ruolo fondamentale all’interno del territorio kosovaro.
La suddivisione dei capitoli segue una linea temporale ben definita. Nel primo capitolo infatti, verrà proposto un excursus storico della situazione politica del Kosovo a partire dalla Battaglia di Kosovo Polje del 1389 fino ad arrivare al periodo di tensione creatosi negli anni ’90 del secolo passato: gli anni delle politiche nazionaliste di Milosević e la comparsa del braccio armato albanese dell’UCK.
Nel secondo capitolo verrà analizzato il periodo nel quale, ha inizio l’intervento da parte della comunità internazionale e l’attacco dei 79 giorni da parte della NATO (24 marzo-10 giugno 1999), fino alla dichiarazione d’indipendenza del Kosovo del 17 febbraio 2008.
Nel terzo e ultimo capitolo verrà analizzata la situazione e l’evoluzione delle istituzioni del Kosovo all’arrivo della missione europea EULEX, il cui obiettivo sarà quello di portare il Kosovo ad una piena indipendenza la cui prospettiva futura dovrebbe essere quella dell’integrazione europea.
La ricerca ha lo scopo di mettere in luce i problemi che il Kosovo ha tutt’ora a rendersi indipendente dalle organizzazioni internazionali e ad avere una stabilità politica. Sono punti essenziali su cui Pristina deve concentrare i propri sforzi se vuole ambire ad entrare nell’Unione Europea.

Oltre a ciò, viene messo in evidenza come il Kosovo abbia ancora dei problemi interni che riguardano la questione etnica, in particolar modo i problemi che ancora esistono tra l’etnia albanese e quella serba.
Nonostante l’avvicendamento di primi ministri e presidenti della Repubblica filo-europeisti e filo-occidentali, come ad esempio Boris Tadiç o anche il Primo Ministro (che ad aprile è diventato Presidente della Repubblica) Aleksandar Vučić, Belgrado rimane ferma sulla convinzione che il Kosovo sia ancora una provincia appartenente alla Serbia.
La strada verso l’integrazione europea è ancora tutta in salita. Se da una parte è vero che negli anni il paese ha migliorato la propria situazione socio-economica, è altrettanto vero che questo paese deve ancora lavorare duramente affinché vengano risolti i problemi interni.
Il ricordo del conflitto è ancora vivo nella mente di tutta la popolazione, sia in quella serba che quella albanese. I corpi di alcune vittime, a distanza di vent’anni, non sono stati ancora ritrovati e le scuse politiche e il riconoscimento dello stato del Kosovo da parte della Serbia è ancora una questione ancora molto spinosa.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione La caduta del Muro di Berlino e la disgregazione dell’Unione Sovietica ha cambiato la situazione geopolitica dell’Europa dell’Est avviando un periodo di transizione politica dove il monopartitismo, tipica del periodo comunista lascia il posto al multipartitismo e ad un nuovo impianto della democrazia tipica dell’occidente. Cambia il modo di pensare anche l’economia: da un’economia pianificata si passa ad un’economia di stampo occidentale dove il mercato comincia ad assumere un ruolo importante. Il cambiamento non ha coinvolto solamente gli stati che componevano l’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche ma anche una regione che dal punto di vista strategico è stata storicamente appetibile per le grandi potenze: la Penisola Balcanica. All’interno di questa regione hanno sempre convissuto tradizioni, etnie e religioni diverse che in molti casi sono state anche causa di guerre e di conflitti spesso violenti; una regione la cui situazione storica e politica è sempre stata difficile da gestire. L’esempio di come spesso la comunità internazionale si sia trovata davanti alla difficoltà di riportare la situazione alla normalità ci è stata data soprattutto quando la Repubblica Federale della Jugoslavia comincia a disgregarsi con la separazione della Slovenia (23 dicembre 1990) e della Croazia (25 giugno 1991) prima, con le guerre in Bosnia Herzegovina (1992-1995) e Kosovo (1996-1999) poi, dando così inizio ad un nuovo periodo di guerre che ha coinvolto le etnie presenti nel territorio. L’argomento di questa tesi è il Kosovo, un territorio da sempre rivendicato dalla Serbia in virtù dell’importante battaglia combattuta contro i turchi in Kosovo Polje nel 1389 che decreta la nascita dell’identità serba; dall’Albania perché culla della

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

kosovo
serbia
milosevic
uck
unione europea
onu
nato
eulex
risoluzione 1244
piano ahtisaari

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi