Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Assicurazioni sanitarie e sanità integrativa. Scenario attuale e prospettive di sviluppo.

La situazione attuale della sanità a livello globale presenta notevoli differenze a seconda dei Paesi e delle aree geografiche considerati, ma anche alcune affinità.
In particolare, un aspetto comune che caratterizza tutti i Paesi più avanzati è dato dall'aumento dell'età media della popolazione, che ha come conseguenza dirompente la crescita della spesa sanitaria da parte degli Stati e dei privati cittadini.
I Paesi in via di sviluppo si trovano, pur con un tendenziale aumento delle risorse da destinare anche alla sanità pubblica, a dover implementare o sviluppare servizi sanitari che siano in grado di rispondere alle esigenze di tutela della salute da parte dei cittadini.
I Paesi poveri, infine, non dispongono di sufficienti risorse pubbliche e spesso non riescono a garantire il diritto alla salute.
A partire dal secondo dopoguerra si sono sviluppati vari modelli di sistemi sanitari, che nella loro diversità di organizzazione danno risposte diverse ai cittadini in termini di salute.
Analizzando le loro origini, la loro evoluzione e la loro struttura attuale, oltre che la possibile e probabile evoluzione futura, è possibile individuare numerosi spazi di sviluppo per le assicurazioni sanitarie private e più in generale per la sanità integrativa.
Già presenti fortemente in alcuni mercati mondiali, come negli Stati Uniti e nell'Europa Centrale, alla luce delle sempre minori risorse pubbliche destinate alla sanità nei Paesi sviluppati e della crescente necessità di servizi sanitari nei Paesi in via di sviluppo, è inevitabile la crescita del loro mercato nei prossimi decenni.

Mostra/Nascondi contenuto.
125 Capitolo IV 4. I sistemi sanitari: come gli stati si occupano della salute dei cittadini. Modelli di finanziamento e prospettive future 4.1 Il modello privato: il sistema sanitario negli Stati Uniti La cultura americana privilegia da sempre il ruolo dell'individuo, tutelandone i diritti di scelta e di intervento rispetto all'influenza delle strutture pubbliche, in ogni campo. Questa caratteristica ha fortemente pesato sull'origine del sistema sanitario ma il modello adottato, spesso citato anche come modello individualistico, si è trasformato ed integrato in maniera consistente nel tempo. Da un modello centrato quasi esclusivamente sulla scelta del singolo cittadino relativamente a quota di reddito, strutture erogatrici ed estensione dei servizi sanitari da assicurare alla cura della salute propria e della famiglia, si è passati all'inserimento, a partire dagli anni '30, di elementi di tutela pubblica per particolari categorie (madri e bambini), all'introduzione nel 1950 di un primo programma di assistenza rivolto a persone bisognose, poi sviluppato negli anni '60 e trasformato in Medicaid, all'approvazione nel 1965 di una legislazione per l'assistenza medica degli anziani (Medicare), all'introduzione nel 1997 di un programma specifico per l'assistenza dei bambini (SCHIP), alla riforma Bush del 2003 in materia di farmaci ed estensione di Medicare, fino alla riforma Obama del 2010 che introduce ulteriori tutele per i cittadini, soprattutto nel rapporto con le compagnie di assicurazione. L'attuale situazione si fonda sull'integrazione di tre componenti principali: una componente di mercato in senso classico basata su un sistema assicurativo privato; una componente pubblica che si basa sull'amministrazione di programmi finalizzati ad anziani, bisognosi e altre particolari categorie, e una più recente che

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Economia

Autore: Marco Battani Contatta »

Composta da 310 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 179 click dal 20/10/2017.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.