Skip to content

Politica e società in Italia nel secondo dopoguerra

Informazioni tesi

  Autore: Carlo Bernardi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2013-14
  Università: Università degli Studi di Camerino
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Paolo Giovannini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 119

Il lavoro di tesi si è posto l’obiettivo di analizzare la situazione italiana nel dopoguerra 1945 – 1948. Nella prima parte è stata posta l’attenzione sul contesto politico, economico e sociale del Paese, cercando di evidenziare soprattutto il forte malcontento della popolazione, sia al Nord che al Sud, dal momento che vi erano grosse problematiche tanto a livello di “fabbrica”, quanto a livello di “latifondo”. E’ sembrato così opportuno esaminare diversi fatti storici ritenuti particolarmente importanti, quali la rivolta “pacifica” dei contadini, i fatti di Campofiorito, la repressione poliziesca, l’ingresso della mafia nel mondo agrario ed infine, i processi con relative deviazioni e manipolazioni delle indagini. Si è poi passati ad osservare il contesto politico dell’Italia monarchica che si avviava verso il referendum del 2 giugno 1946; al riguardo, sono state riportate diverse testimonianze dei vari politici dell’epoca, per evidenziare il carattere prima collaborativo, al fine di sostenere la ricostruzione post – bellica, poi conflittuale tra i più importanti partiti politici, per l’avvicinarsi delle elezioni. Tale sezione ha poi provveduto ad analizzare i “commenti” post – referendum e ad esaminare il lavoro dell’Assemblea Costituente per la redazione della Costituzione Italiana. Nel secondo capitolo ci si è invece concentrati sulle elezioni del 1948. In particolare, sono state analizzate le principali forze politiche, con i loro punti di forza ed i loro punti di debolezza, la campagna elettorale effettuata dai diversi schieramenti e le relative influenze esterne, sia per i partiti di centro, di destra e di sinistra, ed infine sono stati riportati numerosissimi manifesti a testimonianza di una vera e propria battaglia tra le diverse forze politiche. Tale parte si chiude con l’analisi della vittoria della Democrazia Cristiana, ed al riguardo sono stati riportati i “pensieri” dei leader politici dell’epoca e di diversi opinionisti. Nell’ultimo capitolo sono stati analizzati, abbastanza dettagliatamente, la I Legislatura, il V governo De Gasperi ed i suoi Ministri. All’inizio, sono stati esaminati i singoli anni e per ognuno di essi sono stati riportati gli avvenimenti più importanti; si è passati poi ad analizzare il governo di De Gasperi, più in particolare, gli aspetti personali dei suoi Ministri, come l’età, la zona geografica di provenienza, la professione, l’esperienza politica, l’appartenenza o meno al regime fascista ed il titolo di studio, e tutto ciò è stato rielaborato a livello statistico con tabelle e grafici ad hoc.
Infine, è stata effettuata un’analisi parallela per i componenti del Senato della Repubblica, per i quali sono stati esaminati diversi aspetti: la regione di provenienza, la professione, l’età ed il sesso, e per ogni caratteristica si è proceduto ad analisi statistica con relativa rappresentazione grafica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5    INTRODUZIONE Il lavoro si propone l’obiettivo di analizzare la politica e la società d’Italia nel secondo dopoguerra, in particolare la classe politica dirigenziale di quel periodo. Il punto di partenza è l’Italia “in miseria”, ovvero si cerca di analizzare il movimento contadino nel Meridione verso la riforma agraria, partendo dalla rivolta “pacifica” dei contadini, i quali erano in preda ad un forte “malcontento” causato dalla permanenza dei numerosi latifondi assenteisti, ed erano spinti alla “rivolta” dalla mancata applicazione del decreto Gullo del 1944, che concedeva terreni incolti a cooperative di contadini. In questo contesto vengono analizzati anche i fatti di Campofiorito, la repressione poliziesca e le lotte di emancipazione, dal momento che tali fatti sono essenziali per comprendere il fenomeno in questione. Campofiorito era un paese agricolo nei pressi di Corleone, nel quale i contadini decisero di manifestare pacificamente, anche attraverso l’occupazione dei latifondi per evidenziare la loro miserevole condizione. Al riguardo, vengono riportate diverse testimonianze rese nei verbali dei carabinieri, che fanno emergere il carattere pacifico di tali manifestanti e l’ostilità dei carabinieri nei loro confronti. Si passa poi ad esaminare un tragico fatto che vide un comportamento ben più violento da parte delle forze dell’ordine, e per far ciò ci si avvale di alcune deposizioni relative al processo contro Pio La Torre ed altri contadini conseguente ad un’occupazione di quasi duemila ettari di terra. Infine, sempre restando in ambito “contadino”, si vuole analizzare l’ingresso della mafia in questo mondo, agevolato dalla situazione di forte instabilità creatasi soprattutto nelle campagne siciliane, dal fatto che i grandi feudatari temevano sempre più l’avanzata dei contadini e tutto ciò costituiva l’occasione giusta per “i mafiosi” di entrare nel contesto agrario siciliano. Inoltre, l’ingresso della mafia fu agevolato dal fatto che, dopo lo sbarco degli Alleati in Sicilia, venne dato il compito di riportare l’ordine sociale proprio ai capi della mafia, che quindi riuscirono ad insediarsi nelle amministrazioni e nei comuni più importanti. Il lavoro di tesi procede all’analisi dei fatti più importanti avvenuti in quel periodo;

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

camera dei deputati
alcide de gasperi
democrazia cristiana
referendum
repubblica italiana
senato della repubblica
elezioni 1948
giuseppe saragat
campofiorito
dopoguerra in italia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi