Skip to content

L'efficienza dei partenariati pubblico-privati nell'offerta ospedaliera italiana: un'analisi quantitativa

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Polo
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2015-16
  Università: Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze delle pubbliche amministrazioni
  Relatore: Francesco Longo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 77

Attraverso le operazioni di partenariato pubblico-privato, un governo e un’entità privata svolgono insieme un’attività tradizionalmente pubblica. Le operazioni di PPP italiane in sanità comportano maggiori costi in termini finanziari, ma le sinergie pubblico-private possono costituire un irraggiungibile livello di efficacia organizzativa, incrementandone la qualità del servizio e rendendo i costi non più comparabili con il procurement tradizionale. I dati contabili delle società di progetto, che gestiscono le strutture ospedaliere entrate recentemente in gestione, dimostrano la sostenibilità economica e, conseguentemente, finanziaria dei progetti di PPP. La gestione di queste strutture risulta attentamente pianificata e monitorata dalle amministrazioni pubbliche, a tal punto da limitare alcuni benefici del partenariato come il trasferimento dei rischi al soggetto privato. Ciononostante, il canone di disponibilità e i ricavi per i servizi no-core assumono un carattere di equilibrio, sottolineando una pianificata quantificazione dei flussi di ricavi attesi. La complessità dello strumento e la recente formulazione dello stesso esigono una costante misurazione delle performance ottenute in un’ottica comparativa tra le varie strutture e tra le diverse operazioni di esternalizzazione. La maggiore onerosità finanziaria e i potenziali aumenti di marginalità privata dovuti all’inflessibilità contrattuale (che li rende meno economici di altri canali di approvvigionamento) non possono essere guardati con le lenti che comparano solamente il costo, ma anche la qualità dei servizi. Qualora questa visione risulti inefficiente, forme meno onerose di PPP (light e limited-profit) posso rendere maggiormente utilizzabile lo strumento. Il suo utilizzo consente di continuare a dare risposte politiche, economiche e sociali altrimenti di difficile implementazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1. Introduzione e obiettivi di ricerca 5 L’efficienza del PPP nell’offerta ospedaliera 1. Introduzione e obiettivi di ricerca A partire dagli anni ’90, la forte classificazione ontologica tra sfera di intervento pubblico e privato ha subito molteplici cambiamenti. Il governo inglese ha dato inizio ad una nuova fase sperimentale di interazioni tra le rispettive potenzialità dei due diversi operatori socio-economici. Il privato, attraverso le sue spiccate capacità di efficienza manageriale e il pubblico con l’accesso a canali preferenziali verso il soddisfacimento dei bisogni dei cittadini. La spinta politica verso maggiori interazioni pubblico-private ha fatto nascere il concetto di partenariato o partnership pubblico-privata (di seguito PPP). Comprendere le ragioni e l’inquadramento del concetto di PPP nel contesto di studio è propedeutico all’analisi del fenomeno. La seguente definizione di PPP ha il desiderio di rendere chiara l’estrema vastità dell’argomento che, proprio per questo motivo, richiede un’analisi caso per caso attraverso le sue diverse declinazioni. Altrimenti, il rischio di generalizzare un fenomeno complesso è forte. Il termine “public-private partnership” è una forma particolarmente malleabile di esternalizzazione. È definita ampiamente come un assetto nel quale un governo e un’entità privata, con scopo o meno di lucro, eseguono insieme o intraprendono un’attività tradizionalmente pubblica (Savas, 2005) 1 L’incentivo alla base degli attori del PPP è il compimento di una transizione economica altrimenti non realizzabile e sostenibile. Creare opportunità di investimenti, su strutture che mantengono il loro carattere pubblico nell’erogazione del servizio, consente di incentivare la partecipazione del privato. In questo modo, si conforma la positiva predisposizione del pubblico nell’accettare l’alleviamento del sempre più ristretto budget di spesa in conto capitale. Negli anni 2000, è stata proprio l’urgenza di non appesantire il già folto debito pubblico che ha indotto le amministrazioni e aziende pubbliche italiane a forme di PPP. Esse, tra l’altro, permettono di superare dei 1 “The term “public-private partnership” is particularly malleable as a form of privatization. It is defined broadly as an arrangement in which a government and a private entity, for- profit or non-profit, jointly perform or undertake a traditionally public activity”.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sanità
partnership
finanza di progetto
project finance
ppp
partenariati
public management
public private partnerships
cergas

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi