Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I Beacon, interazione tra mobile app e dispositivi BLE

Con il termine Beacon, dall'inglese "faro", si intende un dispositivo progettato appositamente per attirare l'attenzione verso una specifica posizione.
Lo sviluppo delle tecnologie di identificazione, di localizzazione e quello dei sistemi di comunicazione wireless ha permesso di distribuire le funzioni di elaborazione delle informazioni e lo svolgimento di compiti complessi tra più dispositivi connessi, trasformando l'Internet of Things (IoT, ovvero oggetti reali connessi alla rete) in una realtà concreta e sempre più diffusa. Il Beacon, è un dispositivo semplice, il cui unico scopo è trasmettere un segnale BLE (Bluetooth Low Energy) che può essere recepito da uno smartphone sotto forma di codice, senza registrare alcun dato sensibile riguardo l'utilizzatore, rendendolo uno strumento sicuro e rispettoso della privacy.
L'intento di questo progetto di tesi è quello di sottolineare l'importanza che assumono i Beacon al mondo d'oggi, considerati la nuova frontiera del "marketing di prossimità perchè esso stesso sta cambiando il nostro modo di vivere e le nostre abitudini, modificando anche i luoghi dove viviamo e lavoriamo. Come illustrato nella tesi, non si sente ancora parlare molto di beacon e allo stato dell'arte, il loro nome è quasi univocamente associato ad "iBeacon" della Apple, una tecnologia proprietaria e compatibile con i sistemi operativi mobili che supportano Bluetooth 4.0.
Successivamente la Google ha introdotto il protocollo open source e cross-platform chiamato Eddystone il quale, oltre a comunicare con Android e iOS, può quindi interfacciarsi anche con browser e app di terze parti. Per completezza va riportato che oltre a Eddystone e iBeacon esiste un altro formato di beacon detto AltBeacon. Anche in questo caso parliamo di una specifica cross-platform e open source, proposta da Radius Network.
L'obiettivo è stato quello di sviluppare una Web App di tipo Universal, che possa rilevare i beacon mediante protocollo Eddystone, utilizzando come Frameworks Cordova, Ionic e Angular-JS. Il plug-in di Cordova per la gestione del protocollo Eddystone, viene utilizzato per le operazioni di rilevamento dei dispositivi e calcolo della distanza, sebbene quest'ultima non sia attendibile senza l'introduzione di un filtro passo basso/alto o il supporto di altre tecnologie come Quuppa (tecnologia di localizzazione con accuratezza inferiore al metro).
La tecnologia beacon viene attualmente sfruttata da:
• Physical Store/Retail per mostrare offerte speciali ai clienti oppure informazioni aggiuntive su un prodotto esposto;
• Musei, per mostrare contenuti multimediali sulle opere esposte oppure per consentire la lettura dei pannelli di spiegazione delle opere in più lingue;
• Grandi spazi (aeroporti, stazioni, etc.) per raggiungere determinate aree con l'indicazione del percorso da compiere.
Si auspica l'utilizzo dei beacon in molti nuovi contesti, come per esempio aiutare a guidare i pendolari non vedenti o anche come supporto per portatori di handicap.
Il mercato è in fermento perchè i grandi brand percepiscono le potenzialità dei Beacon nell'instaurare una interazione ubiqua e continua con il consumatore, in-store, out of store e on the go.

Mostra/Nascondi contenuto.
Abstract Con il termine "Beacon", dall’inglese "faro", si intende un dispositivo pro- gettato appositamente per attirare l’attenzione verso una specica posizione. Lo sviluppo delle tecnologie di identicazione, di localizzazione e quello dei sistemi di comunicazione wireless ha permesso di distribuire le funzioni di elaborazione delle informazioni e lo svolgimento di compiti complessi tra pi u dispositivi connessi, trasformando l’Internet of Things (IoT, ovvero og- getti reali connessi alla rete) in una realt a concreta e sempre pi u diusa. Il Beacon, e un dispositivo semplice, il cui unico scopo e trasmettere un segnale BLE (Bluetooth Low Energy) che pu o essere recepito da uno smartphone sotto forma di codice, senza registrare alcun dato sensibile ri- guardo l’utilizzatore, rendendolo uno strumento sicuro e rispettoso della privacy. L’intento di questo progetto di tesi e quello di sottolineare l’importanza che assumono i Beacon al mondo d’oggi, considerati la nuova frontiera del "marketing di prossimit a " perch e esso stesso sta cambiando il nostro mo- do di vivere e le nostre abitudini, modicando anche i luoghi dove viviamo e lavoriamo. Come illustrato nella tesi, non si sente ancora parlare molto di beacon e allo stato dell’arte, il loro nome e quasi univocamente associato ad "iBeacon" della Apple, una tecnologia proprietaria e compatibile con i ii

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Antonio Memoli Contatta »

Composta da 97 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 508 click dal 29/11/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.