Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Bilanciamento di una linea di assemblaggio Two-sided utilizzando un algoritmo genetico

La tesi inizia con una classificazione delle linee di assemblaggio. Si focalizza successivamente sui metodi di risoluzione del problema del bilanciamento delle linee di assemblaggio. Infine si è sviluppato un algoritmo genetico in grado di risolvere un semplice problema di linea di assemblaggio a due postazioni.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione Lo studio presentato si focalizza sull’analizzare un problema già noto nel campo dell’industria: il bilanciamento di una linea di assemblaggio. Si definisce assemblaggio il processo tramite il quale vari componenti vengono uniti fra loro in modo da formare un prodotto finito. Questo processo è caratterizzato dai materiali utilizzati e dal lavoro necessario a combinarli fra loro. Il lavoro è composto da tutte le operazioni di unione dei vari componenti, quali montaggio, avvitamento, saldatura, ecc. I materiali sono indispensabili e fanno sì che il lavoro possa svolgersi senza interruzioni. Essi possono venire movimentati verso il prodotto per essere assemblati, oppure il prodotto stesso può muoversi (tramite sistema di trasporto) verso i materiali. Nel primo caso si ha l’assemblaggio a postazione fissa, tipico per esempio dei cantieri, mentre nel secondo caso si ha la creazione delle cosiddette linee di assemblaggio, i cui materiali sono disposti nelle stazioni di assemblaggio. Entrambe le tipologie elencate sono diffuse, ma nell’elaborato ci si focalizza solamente sulla seconda configurazione. Il concetto di moderna linea di assemblaggio fu sviluppata e brevettata da Ransom Olds [1] . La vecchia Dash fu la prima automobile di produzione di massa ad essere costruita in una linea di assemblaggio da Olds Motor Vehicle Company nel 1901. Questo raggiungimento è di solito oscurato dal fatto che Henry Ford migliorò la linea di assemblaggio dell’Olds installando un nastro trasportatore. Grazie a questo miglioramento, si dice che, nel 1913, la Ford Motor Company potesse produrre le sue Ford T in novantatré minuti. Da allora, le linee di assemblaggio si sono evolute e sono diventate più flessibili con l’aggiunta di molte caratteristiche, vincoli e/o differenti layout. Le moderne linee di assemblaggio sono una tipologia di sistema produttivo ampiamente diffuso e si addicono maggiormente a prodotti di facile manovrabilità, dove i volumi richiesti sono sufficientemente elevati. Ogni sistema di assemblaggio richiede un elevato investimento per la sua progettazione e sua successiva realizzazione. Occorre valutare già nelle fasi iniziali quale tipologia di linea sia la più adatta a creare il prodotto da vendere. È inoltre necessario domandarsi se essa è in grado di soddisfare tutte le esigenze future, nel caso in cui occorre progettarla dal principio, oppure decidere eventuali modifiche, se la linea è già presente e si è obbligati a dover modificare il

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Ingegneria

Autore: Lorenzo Govoni Contatta »

Composta da 110 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 113 click dal 29/11/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.