Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Italo Calvino lettore dell'Ariosto

In questo studio ho messo in luce le analogie che legano Italo Calvino e Ludovico Ariosto, focalizzandomi principalmente sulla produzione di Calvino all'interno della quale possiamo riscontrare numerose riprese delle tematiche ariostesche, quali il macro cosmo della selva, il tema lunare, il tema del doppio, la struttura narrativa sotto forma di scacchiera o labirinto. Il primo capitolo della tesi è incentrato all'analisi delle vite dei due autori messe a confronto, infatti entrambi sono dei veri e propri outsider per la loro epoca, e sull'analisi delle due tematiche principali ovvero il comico e il fiabesco; il secondo capitolo analizza invece il ciclo de I Nostri Antenati con le dovute analogie ariostesche; infine nel terzo capitolo si concentra sulla riscrittura dell'Orlando Furioso fatta da Italo Calvino nel 1970 edita da Einaudi e l'ultima produzione dell'autore ligure, il quale nonostante l'età continuerà a riprendere il mondo ariostesco all'interno dei scritti, come Il castello dei destini incrociati, Le città invisibili, Marcovaldo e Palomar.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione L' Orlando Furioso di Ludovico Ariosto costituisce un nodo fondamentale nella narrativa di Italo Calvino, identificandosi come una fonte costante di ispirazione e orientamento letterario. L'obiettivo di questo mio lavoro è quello di mettere in luce le forti assonanze che legano la narrativa di Italo Calvino al poema di Ludovico Ariosto, per il quale lo scrittore ligure nutrì una grande ammirazione fin dalla giovane età. Il primo a parlare di un "sapore ariostesco" nel romanzo Il sentiero dei nidi di ragno fu Cesare Pavese che individuò da subito uno spiccato gusto per le atmosfere fiabesche e comiche nonostante lo scenario bellico nel quale è ambientato il racconto del giovane eroe Pin. Accanto all'affermazione di Pavese si insedia la più recente di Cardona il quale ci parla di una "funzione Ariosto" che percorre l'intera produzione di Calvino. La così detta funzione Ariosto non è di certo nascosta dallo scrittore, il quale mette subito a nudo l'interesse per una fantasia creatrice di mondi paralleli e immaginari che determineranno la singolarità dello scrittore nel panorama post bellico. Il mio lavoro parte da un'analisi parallela delle vite di Ludovico Ariosto e Italo Calvino, i quali nonostante appartengano ad età diverse appaiono ai nostri occhi come due intellettuali scontenti della loro epoca che trovano rifugio in mondi immaginari. Contestualizzando i due personaggi possiamo definirli personaggi rivoluzionari del panorama letterario italiano, infatti Ariosto darà vita al

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere

Autore: Federica Girardi Contatta »

Composta da 82 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 145 click dal 04/12/2017.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.