Skip to content

La musica nell'intercultura e la canzone nella glottodidattica: il caso di Alice (Carla Bissi) negli anni Ottanta e la diffusione della lingua italiana all'estero attraverso musica e canzoni

Informazioni tesi

  Autore: Davide Andreis
  Tipo: Tesi di Master
Master in Master in Didattica delle Lingue Straniere
Anno: 2017
Docente/Relatore: Caon Fabio
Istituito da: Università degli Studi Ca' Foscari di Venezia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 113

La musica, e più precisamente la canzone, è uno dei veicoli della lingua e dell’intercultura: attraverso musica e canzoni i popoli trovano il mezzo per comunicare, diffondere cultura e approfondire la conoscenza reciproca. Chi non ha mai analizzato il testo di una canzone inglese per comprenderne il significato ed apprenderne la pronuncia? L’uso della canzone in glottodidattica serve a fondere la passione della musica con quella per la lingua o, quantomeno, a suscitare curiosità ed invogliare lo studente ad applicarsi allo studio con più impegno. Intere generazioni hanno scansionato parola per parola le canzoni dei Beatles, altre quelle dei Duran Duran, altre ancora quelle di Madonna per appropriarsi di nuovi vocaboli, modi di dire, coniugazioni verbali e il corretto modo di pronunciare. All’estero, invece, giovani attratti dai nostri cantanti hanno imparato l’italiano attraverso le loro canzoni: Modugno, Celentano, Mina, Dalla, Alice, Ramazzotti, Milva, e, più recentemente Pausini e Ferro, per nominarne solo alcuni.
Questa pratica, non nuova e tipica di uno studente autodidatta, non è adeguatamente considerata, se non addirittura snobbata, da alcuni insegnanti di lingue straniere.
L’obiettivo di questa tesi è quello di comprendere come la canzone possa essere l’avanguardia di una lingua straniera nel mondo e come si possa affrontarla in classe o durante lo studio autonomo, al fine di trarne il maggiore profitto possibile, anche gettando uno sguardo sui meccanismi neuroscientifici per comprendere le dinamiche associative del cervello. E, nella fattispecie, come l’italiano sia appreso e studiato anche attraverso la nostra musica leggera contemporanea, e, al contempo, gettare uno sguardo sulla diffusione dell’italiano nel mondo e sugli strumenti che il nostro governo ha messo in atto per favorirne l’ulteriore sviluppo soprattutto in quelle aree geografiche dove ancora non gode del dovuto apprezzamento.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE La lingua italiana è al momento (2017) la quarta lingua più studiata nel mondo: un fenomeno stabile, che si prevede in crescita nei prossimi anni, anche grazie alle iniziative intraprese dal governo italiano, atte a sviluppare ulteriormente questo trend, con obiettivi strategici che uniscono la visione meramente culturale alla ricaduta economica in termini di turismo ed esportazioni di beni materiali. “Italiani, popolo di santi, poeti e navigatori” ma anche di musici e cantanti: infatti la nostra musica da secoli attraversa le frontiere e conquista il favore di altri popoli. Prendiamo in considerazione, per esempio, la terminologia musicale internazionale, che è ricchissima di termini italiani non tradotti (adagio, allegro, andante, legato, finale, opera, tempo, tremolo, pizzicato, solo per citarne alcuni), e la nostra musica classica e il nostro melodramma, che fanno parte della storia musicale mondiale: ecco perché il “bel canto”, ma anche la musica leggera contemporanea, attraggano gli stranieri verso la nostra lingua e il nostro Paese. Gli anni Ottanta del secolo scorso sono stati caratterizzati da un florido export di musica leggera italiana, con milioni di copie di dischi e musicassette venduti in suolo straniero. In questa tesi analizzeremo uno di questi fenomeni, quello di Alice, cantautrice italiana con una lunga e prestigiosa carriera all’attivo, che in quegli anni, e anche oltre, ha conquistato il mercato europeo e non solo, muovendo i suoi fan stranieri ad imparare l’italiano attraverso le sue canzoni. Approfondiremo il fenomeno, cercando di comprenderne i motivi, attraverso la testimonianza della stessa Alice e di una sua ammiratrice tedesca. La canzone, dunque, come ausilio didattico per l’apprendimento dell’italiano come di qualsiasi altra lingua, sia in autonomia, durante lo svolgimento di compiti a casa o durante lo studio autodidattico, sia in classe, con la supervisione di un insegnante che accompagna gli studenti nell’analisi delle

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

musica
lingua italiana
glottodidattica
alice
canzone italiana
carla bissi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi