Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Weight bias e stigma nell’obesità: aspetti psicologici e ambiti d’intervento

L’obesità è una problematica sempre più diffusa nei paesi occidentali che colpisce qualsiasi fasce d’età. L’obesità costituisce un problema per lo stato di salute in continua espansione e ha ripercussioni sui livelli di autonomia, sul benessere psicologico e sulla qualità della vita delle persone. Le società industrializzate investono capitali economici per ridurre il peso ponderale dei loro membri, anche se vi è un tornaconto da parte delle case farmaceutiche sulla produzione di farmaci che promettono la riduzione di chili in periodo di tempo brevi e facili diete fai da te. La psicologia negli ultimi anni si è interessata a classificare l’obesità tra i disturbi psichici per offrire un migliore contributo e gestione dei disagi provati dalle persone obese. La condizione dell’obesità è multifattoriale che coinvolge gli aspetti biologici, psicologici e socio-culturali Nella tesi mi sono soffermata nel primo capitolo a evidenziare l’epidemiologia dell’obesità, quanto tale fenomeno sia diffuso a livello globale e rischi comprovati nell’insorgenza delle patologie a livello cardiaco, oste-muscolare, respiratorio, celebrale, ecc. Nel secondo capitolo tratta la questione sulla classificazione dell’obesità nel Manuale Psicodiagnostico e se possa essere ritenuta una malattia. Inoltre mi sono soffermata sulle conseguenze psicologiche e quali disturbi psicopatologici sono correlati. Per poi approfondire la tematica del pregiudizio nei confronti delle persone obese che determina fenomeni di ostracismo in ambito familiare, sanitario, lavorativo e scolastico. Le persone obese sono sempre più oggetti di bersaglio dalla società che vede il successo, l’apparenza e l’intraprendenza come dei modelli da perseguire; mentre gli obesi rappresentano un “peso sociale” da sopportare. Nel terzo capitolo ho presentato la mia ricerca svolta all’Ospedale San Giuseppe dell’Istituto Auxologico Italiano sullo stigma nei confronti delle persone obese per poter dimostrare quanto è affermato nella letteratura e le strategie di risoluzione al pregiudizio.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Intr oduz ione L ’obe sità è una proble ma tic a se mpre più diffusa ne i pa e si oc c ide nta li c he c olpisc e qua lsia si fa sc e d’e tà . L ’obe sità c ostituisc e un proble ma pe r lo sta to di sa lute in c ontinua e spa nsione e ha ripe rc ussioni sui live lli di a utonomia , sul be ne sse re psic ologic o e sulla qua lità de lla vita de lle pe rsone . L e soc ie tà industria liz z a te inve stono c a pita li e c onomic i pe r ridurre il pe so ponde ra le de i loro me mbri, a nc he se vi è un torna c onto da pa rte de lle c a se fa rma c e utic he sulla produz ione di fa rma c i c he prome ttono la riduz ione di c hili in pe riodo di te mpo bre vi e fa c ili die te fa i da te . L a psic ologia ne gli ultimi a nni si è inte re ssa ta a c la ssific a re l’obe sità tra i disturbi psic hic i pe r offrire un migliore c ontributo e ge stione de i disa gi prova ti da lle pe rsone obe se . L a c ondiz ione de ll’obe sità è multifa ttoria le c he c oinvolge gli a spe tti biologic i, psic ologic i e soc io-c ultura li Ne lla te si mi sono soffe rma ta ne l primo c a pitolo a e vide nz ia re l’e pide miologia de ll’obe sità , qua nto ta le fe nome no sia diffuso a live llo globa le e risc hi c omprova ti ne ll’insorge nz a de lle pa tologie a live llo c a rdia c o, oste - musc ola re , re spira torio, c e le bra le , e c c . Ne l se c ondo c a pitolo tra tta la que stione sulla c la ssific a z ione de ll’obe sità ne l Ma nua le Psic odia gnostic o e se possa e sse re rite nuta una ma la ttia . Inoltre mi sono soffe rma ta sulle c onse gue nz e psic ologic he e qua li disturbi psic opa tologic i sono c orre la ti. Pe r poi a pprofondire la te ma tic a de l pre giudiz io ne i c onfronti de lle pe rsone obe se c he de te rmina fe nome ni di ostra c ismo in a mbito fa milia re , sa nita rio, la vora tivo e sc ola stic o. L e pe rsone obe se sono se mpre più ogge tti di be rsa glio da lla soc ie tà c he ve de il suc c e sso, l’a ppa re nz a e l’intra pre nde nz a c ome de i mode lli da pe rse guire ; me ntre gli obe si ra ppre se nta no un “ pe so soc ia le ” da sopporta re . Ne l te rz o c a pitolo ho pre se nta to la mia ric e rc a svolta a ll’Ospe da le Sa n Giuse ppe de ll’Istituto Auxologic o Ita lia no sullo stigma ne i c onfronti de lle pe rsone obe se pe r pote r dimostra re qua nto è a ffe rma to ne lla le tte ra tura e le stra te gie di risoluz ione a l pre giudiz io.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Psicologia Clinica

Autore: Silvia Negrin Contatta »

Composta da 135 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 538 click dal 05/01/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.