Skip to content

Le residenze artistiche come strumento didattico e divulgativo: il caso Itinera

Informazioni tesi

  Autore: Cristina Diana Dimofte
  Tipo: Diploma di Laurea
  Anno: 2016-17
  Università: Università per stranieri di Siena
  Facoltà: Mediazione Linguistica e Culturale
  Corso: Lingue e culture moderne
  Relatore: Claudio Pizzorusso
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 85

L’aspirazione è che il progetto riesca nei suoi intenti nel futuro prossimo. La domanda che resta aperta è quando il progetto potrà dirsi realizzato. Il sogno sarebbe che tutte le contrade investissero una parte delle loro donazioni in arte, per progredire nel loro patrimonio di memoria.
Il progetto ITINERA. Mecenatismo e formazione, ha già un suo parziale compimento dato che da un punto di vista didattico - con l’impegno con l'accademia di Bruxelles - viene assolto il compito definito anche dallo statuto dell’associazione. Tuttavia l'altro lato della questione è la divulgazione, il fatto di sensibilizzare ai linguaggi del contemporaneo, o per meglio dire rendere le persone in grado di comprendere, appassionarsi e avere familiarità con l'arte contemporanea. L’impegno di creare audience building. Come associazione (senza scopo di lucro) l’aspirazione è quella di innalzare l'interesse verso l'arte contemporanea per la quale c'è un pregiudizio che la ritrae come arte concettuale astrusa, avvicinarla al quotidiano delle persone, risaltando quanto sostanzialmente parli di noi.
Il progetto si stende su Siena con un ampio ventaglio di approcci, di cui segnaliamo le criticità per meglio comprendere le motivazioni per cui le residenze in contrada sono un po’ il grimaldello per far entrare l'arte contemporanea nella realtà di Siena. Non resta che continuare a lavorare sul progetto e aspirare all’apertura al contemporaneo necessaria per dare un alito di europeizzazione anche a dimensioni territoriali così piccole e intrise di storia e tradizioni.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Attualmente viviamo in un mondo in continuo cambiamento, ogni giorno vengono fatti passi avanti nella scalata dello sviluppo. Uno sviluppo apparentemente progressivo ma soprattutto di ampio respiro. Si parla di globalizzazione, oltre che di sviluppo e con questo termine si intende l'abolizione di barriere fisiche e spaziali tra territori, fornendo al nostro mondo delle sembianze per l'appunto globali tipiche delle società del terzo millennio. La globalizzazione e lo sviluppo cooperano ogni giorno a modificare le sembianze e le caratteristiche del nostro pianeta. Gli artisti fin da sempre, con la loro particolare sensibilità risentono di tutti questi cambiamenti e lasciandosene influenzare creano i loro prodotti artistici che, come sempre è successo, rispecchiano il momento storico e politico in cui questi si sono trovati a vivere. Fin dal Settecento ci si è cominciati a rendere conto in cosa fosse più conveniente investire e si è cominciato a dar particolare rilievo all'apertura di barriere, spaziali o mentali cominciando a far fluire idee, merci e persone. Il Gran Tour veniva utilizzato come mezzo didattico e formativo per integrare gli insegnamenti accademici, o anche quelli dei singoli autodidatti. Si stavano già facendo progressi verso l'idea attuale di formazione a tutto tondo fatta di esperienze tangibili quanto di studio teorico. Sono stati proprio gli spostamenti degli artisti, insieme alla mobilità dei loro prodotti a creare la nostra cultura europea comune. Una cultura che ha investito sulle peculiarità di ogni nazione, creando al contempo un percorso comune. Un filo rosso che unisce una storia politica, una storia dell'arte e dei popoli che sono venuti a confluire e a dividersi più e più volte hanno dato vita all'Europa che oggi conosciamo. Il contatto è avvenuto e ha lasciato segni incancellabili, nonostante spesso risultino impercettibili a prima vista. Oggi i contatti hanno raggiunto livelli che potremmo definire immediati, la fruizione ha acquisito respiro mondiale e sfiora l'istantaneo attraverso il Web. Il viaggio è venuto ad assumere sembianze virtuali, ma per quanto lo si voglia sostenere, non ha affatto intaccato la ricerca di viaggi fisici e mai potrà rimpiazzarli. Di fatti notiamo senza ombra di dubbio quanto il viaggio fisico, non solo non sia stato abolito, ma per giunta migliorato, semplificato e reso più accessibile, in quanto – fortunatamente - mai sarebbe sostituibile da esperienze virtuali, immagini o video, fortunatamente. Quello che spinge a viaggiare è una curiosità implacabile altrimenti. E' il gusto del toccare con mano, del ricercare il nuovo, l'esotico, il diverso. E' esperienza diretta di vita che farà di noi ciò

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

siena
arte contemporanea
belgio
mecenatismo
artista
contrada
residenze artistiche
residence artistique
associazionismo artistico
échanges

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi