Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le priorità del digitale e la svolta 3.0 del comune di Pesaro

La svolta del web 2.0 ha rappresentato un vera e propria risorsa per i Comuni e il caso di Pesaro risulta essere emblematico, in quanto costituisce una realtà che si è mossa e si sta muovendo per il definitivo passaggio al digitale con l'impronta di una PA sempre più trasparente e colloquiale con il cittadino. Alcune interviste dimostreranno quali sono stati gli obiettivi raggiunti e quali saranno le prospettive future, tentando di chiarire la nuova svolta definita "3.0"

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Questa tesi è il risultato di un lavoro di ricerca che tenta di cogliere alcuni aspetti dell’evoluzione digitale nell’ambito del settore pubblico, applicandoli ad un determinato contesto preso in esame. Oggi viviamo in un mondo di grandi cambiamenti, segnato da innovazioni che lasciano spazio a nuove modalità di interazione e predispongono il passaggio alla dematerializzazione, con il conseguente addio del cartaceo. La comunicazione pubblica 2.0 porta con sé tecnologie, linguaggi e strumenti che in qualche modo rivoluzionano il modo di rapportarsi con la Pubblica Amministrazione: è così che, dopo un lungo percorso normativo che parte dagli anni ’90 e procede fino ad oggi (con continue modifiche e aggiornamenti, come vedremo), nascono concetti come e-government e e-democracy. L’era del web 2.0 segna, infatti, l’inizio di una comunicazione bidirezionale in cui il cittadino conosce finalmente una posizione privilegiata che gli consente di interagire, esprime opinioni e avanzare critiche e suggerimenti nei confronti della propria amministrazione di riferimento, tramite un semplice login, dal pc o dallo smartphone. L’analisi del concetto di dematerializzazione si farà sempre più mirata con la descrizione di strumenti come: smart card, Posta Elettronica Certificata, pagamenti elettronici, validazione di documenti on line e provvedimenti attuati in ambito sanitario e scolastico. Si proseguirà con le modalità di comunicazione che le amministrazioni adottano per presentarsi al cittadino e porsi in suo ascolto, con la definizione dei principi chiave da seguire. Parleremo, quindi, dei canali social e dell’utilizzo strategico dei portali multicanale con un’attenta analisi delle policy interne ed esterne e del piano editoriale che funge da “bussola” di orientamento per ogni strategia comunicativa che si rispetti.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Luisa Graziaplena Contatta »

Composta da 112 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 72 click dal 08/03/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.