Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La protezione giuridica delle invenzioni biotecnologiche: la direttiva 98/44/CE

La disciplina comunitaria sulla protezione legale delle invenzioni biotecnologiche, introdotta dalla direttiva 98/44 del Parlamento europeo e del Consiglio, rappresenta un primo punto di incontro tra la necessità di garantire, da un lato, attraverso lo strumento del brevetto, gli interessi economici e tecnologici relativi ai più recenti sviluppi delle biotecnologie, dall'altro, la salvaguardia delle imprescindibili esigenze di ordine etico che si pongono in materia.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione. L’innovazione tecnologica costituisce uno dei fattori determinanti dell’attività d’impresa poiché permette di realizzare un vantaggio concorrenziale sugli altri operatori del settore. L’elaborazione di nuove idee, finalizzate alla produzione industriale, è largamente stimolata e finanziata dal sistema delle imprese. Altrettanto importante è la possibilità di ottenere l’esclusiva dello sfruttamento dell’invenzione. Secondo l’impostazione prevalente nei sistemi giuridici delle economie di mercato lo strumento ritenuto idoneo a realizzare tale tutela è il brevetto per invenzione. Esso è l’istituto giuridico in base al quale l’ordinamento concede, a coloro che hanno messo a punto dei risultati innovativi, il diritto esclusivo di utilizzarli per un certo periodo di tempo (oggi, in Italia e quasi ovunque, venti anni). Attraverso questo meccanismo la collettività evita il rischio che il risultato della ricerca possa essere tenuto segreto troppo a lungo e che tale patrimonio di conoscenze possa andare perduto. Il rilascio del brevetto è infatti subordinato all’onere di accompagnare la domanda con una corretta ed esauriente descrizione dell’invenzione.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Simone Parola Contatta »

Composta da 207 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2753 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.