Strategie dei concorrenti ed evoluzioni del mercato Smartphone

Il settore della telefonia mobile sta vivendo un momento di transizione, ci troviamo per la prima volta di fronte ad un rallentamento della crescita delle vendite di smartphone. Era quasi scontato che, dopo anni di aumento vertiginoso delle vendite, prima o poi ci sarebbe stata una fase di evoluzione/maturazione. Attenzione, si tratta di una semplice contrazione della percentuale di crescita rispetto agli anni precedenti, non certo di una diminuzione delle vendite; semplicemente il settore mobile continua a progredire, seppur con meno frenesia, rispetto agli ultimi anni.
Uno dei fattori che maggiormente ha inciso è stata la marcata decelerazione che l’economia cinese ha subito nell’ultimo periodo. La forte bolla speculativa dell'edilizia e dei settori connessi alle costruzioni era infatti servita, negli ultimi anni, a supportare la crescita. Quello delle costruzioni è però, oggi, un settore molto in affanno, come del resto il settore manifatturiero, fortemente dipendente dall'estero, ed entrambi hanno infatti subito una brusca battuta d'arresto.
Probabilmente, la crisi cinese spaventa i mercati, ma mette in allarme soprattutto gli investitori del settore tech. La crisi innescata dalla svalutazione della moneta cinese e il crollo della Borsa di Shanghai è un campanello d'allarme sul reale stato del rallentamento dell'economia del gigante asiatico, che è in questi giorni è al centro delle preoccupazioni delle grandi aziende tech e non solo. E il motivo è presto detto: se calano le vendite di smartphone in Cina, che da sola assorbe un terzo delle vendite mondiali, è scontato che ci saranno delle ripercussioni sull'economia mondiale. La Cina ha inoltre raggiunto la saturazione, il mercato telefonico interno è ora essenzialmente guidato dalle sostituzioni, mentre pochissimi comprano un telefono per la prima volta.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 . I nt r oduzione : de finizioni, panor am ic a de l m e r c at o Con ogni probabilit à, m i t rovo di front e ad uno dei 3 5 0 m ilioni di ut ent i at t ivi in t ut t o il m ondo di What sapp, oppure uno t ra i 5 7 ,5 5 5 nuovi ut ent i giornalieri di Clash of Clans. Pot rei c it are m olt i alt ri nom i, perc hé - sem pre probabilm ent e - avret e alm eno una volt a c ondiviso una fot o su I nst agram o c erc at o un indirizzo su G oogle M aps, e avret e senz'alt ro sent it o parlare di Fac ebook o Angry B irds. Per c hi non lo sapesse, si t rat t a di gioc hi, soc ial net w ork e servizi ac c essibili diret t am ent e dal proprio sm art phone o t ablet . Sono t ut t i suc c essi planet ari c he sono ent rat i a far part e della nost ra vit a quot idiana e spesso hanno fat t o la fort una di giovani program m at ori c he hanno realizzat o la propria idea e, quasi dal nulla, sono arrivat i a guadagnare m ilioni di dollari. Soprat t ut t o, però, sono t ut t e m obile applic at ions, o più sem plic em ent e, app. Si parla orm ai di un fenom eno inarrest abile c he - un dow nload dopo l'alt ro - ha raggiunt o c ifre da c apogiro. La sc elt a è prat ic am ent e infinit a, sono infat t i olt re un m ilione le applic azioni disponibili in ogni m om ent o su Apple App St ore o G oogle Play St ore, i due princ ipali " m arket " di app, c he hanno c um ulat o in poc hi anni già 5 0 m iliardi di dow nload. Olt re a gioc hi e soc ial net w ork, le possibilit à sem brano davvero sc onfinat e: c on qualc he “t ap” possiam leggere un libro, sc aric are una c anzone, c ont rollare il rit ardo del t reno, prenot are una st anza d'albergo o verific are i nost ri progressi nella c orsa m at t ut ina. Siam o orm ai sem pre più c onvint i della veridic it à dello slogan " There's an app for t hat !" (C'è un app per quest o!), ut ilizzat o da Apple in una fam osa c am pagna m arket ing e reso addirit t ura un m arc hio regist rat o. Ad ogni m odo una c ert ezza l’abbiam o: non si t rat t a di una m oda passeggera. 4

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Marco Roccisano Contatta »

Composta da 79 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 31 click dal 09/05/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.