Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Profilo storico del matrimonio concordatario: dai Patti Lateranensi agli Accordi di Villa Madama

La tesi ripercorre le vicende principali riguardanti il matrimonio nel periodo compreso tra il 1929, data di stipula dei Patti Lateranensi, e il 1984, anno in cui vennero siglati gli Accordi di Villa Madama di riforma del Concordato, cercando di evidenziare la fisiologica interdipendenza fra evoluzione legislativa, storica e sociale. Trattandosi di profilo storico del matrimonio, non è stata volutamente approfondita la disamina puntuale dei contenuti più propriamente tecnico-giuridici interessanti l’istituto, concentrando l’analisi sulla descrizione diacronica delle condizioni al contorno che nel tempo ne hanno determinato lo sviluppo. Per meglio chiarire quindi i cambiamenti dell’istituto matrimoniale avvenuti con la firma dei Patti Lateranensi, è stato necessario dedicare il capitolo introduttivo ad una sintetica esposizione del percorso svolto dal matrimonio in Italia a partire dalla fine del XVIII secolo fino al 1929. L’intero lavoro di ricerca storica, coinvolgente svariati settori della giurisprudenza, dal diritto costituzionale al diritto di famiglia, dal diritto internazionale al diritto canonico nonché alla storia del diritto moderno e contemporaneo, è stato svolto privilegiando la consultazione di fonti primarie (leggi, lettere ufficiali, trattati, interventi parlamentari, note diplomatiche…), evitando ove possibile il ricorso a documenti metatestuali.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Penso sia opportuno dedicare le prime righe di questo elaborato alla dichiarazione di due elementi che ritengo essenziali per seguirne più agevolmente lo sviluppo successivo: intendo specificare innanzitutto l'angolazione visuale adottata per la disamina del tema oggetto della tesi e quindi il fine dimostrativo che si vorrebbe conseguire mediante la trattazione della stessa. Mi sembra perciò importante specificare la prospettiva nonché il metodo scelto per l'analisi de il "Profilo storico del matrimonio concordatario: dai Patti Lateranensi all'accordo di Villa Madama". Come suggerisce l'etimologia della parola 'metodo', optare per un criterio metodologico piuttosto che per un altro può condurre ad esiti potenzialmente molto diversi e, quindi, preciso sin d'ora che la scelta è stata consapevolmente operata in funzione della finalità che si voleva perseguire e che indicherò nel proseguo della presente nota introduttiva. I singoli capitoli del testo non considerano l'istituto matrimoniale secondo una direttrice sistematico-giuridica tesa al raffronto puntuale, nella loro evoluzione, dei singoli elementi civilistici interessanti il matrimonio nel periodo in esame, ovvero compreso fra il 1929 e il 1984 (per esemplificare: la promessa di matrimonio, le pubblicazioni matrimoniali, la celebrazione, gli impedimenti, la trascrizione…). L'attenzione principale non è rivolta, cioè, alla comprensione e alla descrizione dei cambiamenti avvenuti, in quello specifico arco temporale, seguendo un'ottica diacronico-giuridica meramente comparatistica incentrata sul matrimonio; si è voluto, invece, cercare di indagare quali presupposti storici abbiano influenzato il diritto positivo in materia matrimoniale, determinandone le categorie, modellandone i concetti e, di contro, come le leggi abbiano finito per plasmare gli orientamenti e i rapporti sociali. Di conseguenza, per cogliere pienamente le ragioni che hanno portato a modificare nei decenni l’istituto del matrimonio, è necessario inserire tale evoluzione all’interno sia del sistema di relazioni fra Stato e Chiesa sia nel contesto più ampio della storia del rapporto di questi ultimi con i cittadini da una parte e i fedeli dall’altra. Il 2

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Francesco Gandolfi Contatta »

Composta da 122 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 82 click dal 09/05/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.