Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

"Il Parlamento Ottaviano" di Carlo Denina (1763)

Don Carlo, fiero prodotto del Piemonte sabaudo e da sempre regalista convinto, aveva creduto nuovamente di poter smuovere l’ambiente culturale prima piemontese e poi italiano con il tacito appoggio della Corona e al riparo dalle insinuazioni della Chiesa, senza comprendere che dall’una come dall’altra parte sarebbe potuto arrivare il colpo di grazia alla sua giovane creatura.
La cecità deniniana, in questo senso, non è dunque colpa intellettuale, ma limite necessario di un uomo che, al di là di tutto, aveva amato la sua Patria e il suo Re forse più dell’abito talare; e che, proprio e soprattutto per questo, non riuscì a realizzare un importante progetto che altri probabilmente avrebbe portato a termine da esule.

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Davide Di Benedetto Contatta »

Composta da 152 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1217 click dal 20/03/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.