Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il referendum abrogativo in materia elettorale

La Costituzione regola il referendum ordinario all'art. 75 e prevede tale istituto esclusivamente “per deliberare l'abrogazione, totale o parziale, di una legge o di un atto avente valore di legge, quando lo richiedono cinquecentomila elettori o cinque Consigli regionali”; il secondo comma esclude poi la possibilità di referendum per: le leggi tributarie e di bilancio, le leggi di amnistia e indulto, le leggi di autorizzazione a ratificare trattati internazionali; questo tipo di referendum è quindi esclusivamente Abrogativo.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo I° I limiti di ammissibilità del referendum in materia elettorale SOMMARIO: 1.1) Cenni introduttivi; 1.2) Il limite delle leggi costituzional- mente necessarie; 1.3) Il limite della natura manipolativa; la “manipolatività consentita” 1.1) Cenni introduttivi La Costituzione regola il referendum ordinario all'art. 75 e prevede tale istituto esclusivamente “per deliberare l'abrogazione, totale o parziale, di una legge o di un atto avente valore di legge, quando lo richiedono cinquecentomila elettori o cinque Consigli regionali”; il secondo comma esclude poi la possibilità di referendum per: le leggi tributarie e di bilancio, le leggi di amnistia e indulto, le leggi di au- torizzazione a ratificare trattati internazionali; questo tipo di refe- rendum è quindi esclusivamente Abrogativo. 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Domenico Barone Contatta »

Composta da 119 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 15 click dal 20/07/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.