Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Realtà Virtuale e Realtà Aumentata: definizioni a confronto

A partire dallo scorso secolo abbiamo assistito ad una grande rivoluzione tecnologica, ad esempio Internet, ha trasformato molti aspetti della nostra vita, il modo in cui lavoriamo, comunichiamo, ci muoviamo e ci incontriamo.

Possiamo dire che questo è il secolo dell’informazione e la tecnologia della realtà virtuale e della realtà aumentata riescono a dare quel grado di informazione necessaria, sia tra i professionisti di settore, sia per i fruitori.

Oggi i mezzi di comunicazione, che si avvalgono della tecnologia della realtà virtuale e della realtà aumentata, non sono solo mezzi materiali, ma anche immateriali e soprattutto culturali, con prerogative di comprendere le attività umane, capirne la cultura e cercare di creare strutture che soddisfano determinati bisogni.

La tesi perciò si concentra sull’analisi di queste tecnologie, realtà virtuale e realtà aumentata, e ne indagherà gli aspetti fondamentali di entrambe, la loro nascita, campi di applicazione e quali sono gli strumenti necessari al loro utilizzo.

Questa ricerca quindi, non si pone solo l’obiettivo di studiare le differenze di queste nuove tecnologie, punto cardine di questa tesi, bensì di fornire uno spunto, un nuovo approccio ad un metodo non del tutto conosciuto, che potrebbe un giorno far parte integrante del lavoro ed accrescere l’elenco di mezzi necessari alle professioni.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione È dall’età della pietra che l’essere umano ha la necessità di comunicare, prima con gesti e poi la parola. Da quel momento, il sistema comunicativo è cambiato sempre di più, con l’invenzione della scrittura e poi della stampa, che hanno consentito di diffondere più facilmente le proprie idee e successivamente con l’invenzione del telegrafo, del telefono, della radio, della televisione; fino a giungere ai nostri giorni, con l’avvento di Internet, Smartphone, Tablet, eccetera Questa tesi si pone l’obiettivo di mettere a confronto due tra le tecnologie di comunicazione più innovative: “realtà aumentata” (Augmented Reality) e “realtà virtuale” (Virtual Reality). I mezzi di comunicazione, quali telefono, computer, radio, televisione, cinema, oggi non possono rimanere insensibili all’evoluzione tecnologica, poiché, molto più di ieri è possibile coinvolgere le persone in una maniera sempre più attiva, permettendo loro di interagire con un tipo di realtà parallela, che le trasforma da semplici utenti della comunicazione a soggetti attivi, fino a far loro assumere un ruolo integrante e interagente nel processo comunicativo. L’evoluzione tecnologica ha influenzato in prima istanza i sistemi informatici, in altre parole le prestazioni e le funzionalità dei software, ma ha trovato minor riscontro nel miglioramento delle interfacce con l’utente (tastiera, mouse e monitor), per via della mancanza di un contatto tridimensionale, in altre parole l’utente è sempre stato costretto a visualizzare nel monitor ciò che in realtà sarebbe tridimensionale (una persona, un paesaggio). A oggi le uniche tecnologie che avrebbero le caratteristiche per superare tali limitazioni sono la realtà aumentata e la realtà virtuale, che interessano gran parte dei sistemi riferiti alla visualizzazione d’immagini e filmati. La realtà virtuale in primo luogo e la realtà aumentata in secondo luogo hanno consentito ai produttori della comunicazione di rispondere a quel desiderio dei brand e di molti altri soggetti, come registi televisivi o cinematografici, scrittori o giornalisti, di coinvolgere sempre più direttamente i propri clienti/destinatari, cercando nuovi modi di esprimersi, sempre più realistici, perché il coinvolgimento è sempre stato perseguito, da ogni medium. Infatti, viste le capacità di queste due tecnologie (VR e AR), esse possono essere utilizzate in diversi campi di applicazione: dalla medicina, all’intrattenimento, dal campo militare, alla formazione, dall’arredamento fino al marketing, poiché possono creare modalità d’interazione e di comunicazione, uniche e coinvolgenti per i propri destinatari, eliminando qualsiasi tipo di confine. Il presente lavoro è finalizzato a comprendere la natura di queste due modalità comunicative e a esemplificarne le potenzialità applicative. A questo scopo, esso è strutturato come segue: il primo

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Claudio Barone Contatta »

Composta da 85 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 27 click dal 03/08/2018.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.