Skip to content

Mansfield Park: Jane Austen nell'epoca dei social network

Informazioni tesi

  Autore: Elisabetta Gaspari
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi Gabriele D'Annunzio di Chieti e Pescara
  Facoltà: Lettere
  Corso: Lettere
  Relatore: Anna Enrichetta Soccio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 53

Confrontare i romanzi di Jane Austen con le moderne tecnologie e i social network, sarebbe un lavoro vano se prima non fossero contestualizzati nel panorama politico, economico e sociale del XVIII secolo. I romanzi di Austen sono ricchi di impliciti riferimenti all’epoca nella quale sono stati scritti. Il periodo in questione è caratterizzato dalla presenza di un evento cruciale: la Rivoluzione francese, imprescindibile per comprendere il pensiero ideologico-politico di Jane Austen. In primo luogo si nota, tra le pagine dei romanzi austeniani, un’oscillazione tra idee conservatrici e posizioni riformiste. La Rivoluzione, seppur geograficamente distante dalla realtà inglese, entrò nella vita della scrittrice poiché il conte de Feuillide, marito della cugina Eliza, fu ucciso a Parigi sotto Robespierre il 22 febbraio 1794. Per una scrittrice come Jane Austen fu fondamentale il dibattito ideologico che la Rivoluzione francese suscitò tra gli intellettuali britannici: il susseguirsi dei moti rivoluzionari influì sull’opinione pubblica della Gran Bretagna, in cui si passò da un iniziale atteggiamento di distacco dai nuovi ideali, a un forte sentimento controrivoluzionario, che raggiunse l’apice a seguito dei massacri giacobini, l’uccisione di Luigi XVI e la conseguente dichiarazione di guerra della Gran Bretagna alla Francia nel 1793.
Dalla loro pubblicazione, i romanzi di Jane Austen hanno conservato intatto il loro fascino sul lettore medio, nonostante i ritmi frenetici della società odierna sembrino essere in contraddizione con i lunghi tempi della lettura dei classici. Come mai una scrittrice settecentesca, così profondamente legata al proprio presente, riscuote un successo che si estende nel tempo e nello spazio, invadendo le più moderne tecnologie? Jane Austen, dietro storie d’amore solo apparentemente banali, mette in scena tematiche universali che riguardano i rapporti umani: l’orgoglio, l’insicurezza, la vanità, l’inganno, cioè questioni eterne, che mettono il lettore di fronte alle sue paure e alle sue debolezze, il che rende i romanzi austeniani attuali e perfettamente adattabili ai valori assiologici di qualsiasi epoca.
Un esempio utile per comprendere la popolarità ottenuta nel terzo millennio dai romanzi della scrittrice inglese, è da ricercare nel modo in cui Jane Austen esprime, trasmette e diffonde i propri ideali: non con l’autorità di un narratore onnisciente, superiore al lettore e desideroso di impartirgli insegnamenti, ma piuttosto con l’amorevolezza di una sorella, smaniosa del bene che i propri consigli potrebbero portare al destinatario. Diverse eroine create dalla penna austeniana sono state spietatamente deluse: innamorandosi rapidamente di un estraneo, le giovani protagoniste non hanno avuto modo di conoscerne la parte peggiore, fermandosi alle apparenze. Dal momento in cui Marianne Dashwood vide per la prima volta Mr. Willoughby, se ne innamorò perdutamente e la notizia che avesse sperperato tutti i suoi averi e che avesse sedotto e abbandonato donne incinta arrivò troppo tardi. Pertanto sembra quasi che Austen inciti i giovani nativi digitali a conoscere la propria controparte in sicurezza, ognuno dietro il proprio computer, così da avere la quasi completa certezza di non incorrere in qualche tranello.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
11 1.1 “Keep calm and drink tea”: come essere una “Janeite” Il tè è l'emblema dell’Inghilterra e, più in generale, del XVII secolo: fu in- trodotto in Europa nel 1650, quando arrivò dall’India nelle isole britanniche. Ini- zialmente era consumato come bevanda rinvigorente, ma era anche un’alternativa alla birra per la classe lavoratrice. Pertanto la domanda di questa pianta era molto elevata e i guadagni equivalevano a quelli di un contemporaneo colosso petroli- fero. Il 1 dicembre del 1600 fu fondata con decreto reale da Elisabetta I la Compa- gnia delle Indie Orientali, che ebbe per ventun’anni il monopolio del commercio nell’Oceano Indiano. In ragione di ciò la Compagnia fu per circa due secoli la più grande importatrice di tè in Europa, che inizialmente era importato dall’India e poi dal 1711 dal sud della Cina. Nei social network lo slogan “Keep calm and drink tea” è ormai diventato virale; esso è impiegato nei modi più svariati, modificando la desinenza e mantenendo la radice dell'originale “Keep calm and carry on”, prodotto dal governo britannico nel 1939 agli inizi della seconda guerra mondiale, con la finalità di motivare la popolazione a restare calmi e ottimisti in caso di attacco 15 Diego Saglia, op. cit., p. 7.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

social network
passato e presente
facebook
jane austen
pride and prejudice
instagram
mansfield park

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi