Skip to content

Le Alture della Discordia: il Golan tra Siria e Israele

Informazioni tesi

  Autore: Diletta Goldoni
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Studi Internazionali
  Relatore: Alberto Tonini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 65

Il presente lavoro vuole essere un contributo alla riflessione sull'argomento delle Alture del Golan come oggetto del contendere tra due Stati del Vicino Oriente: la Repubblica Araba di Siria e lo Stato di Israele.
Situate all'incrocio dei confini tra Israele, Libano, Siria e Giordania, le Alture del Golan si trovano in una posizione di grande rilevanza strategica. La fertilità del terreno di origine vulcanica, l'altitudine che offre un ottimo punto di osservazione sui territori sottostanti e la ricchezza di riserve idriche, rendono l'altopiano prezioso per chi ne detiene la sovranità e al contempo anche molto ambito. Già soggette al mandato francese dal 1923, le Alture entrarono a far parte dello Stato siriano indipendente nel 1946; nel corso della guerra dei Sei Giorni del giugno 1967, il Golan fu occupato da Israele e quattordici anni più tardi, grazie a una legge approvata dalla Knesset, diventò parte integrante dell'Eretz Yisrael. Questa annessione, tuttavia non ha mai ottenuto alcun riconoscimento dalla comunità internazionale e questa da decenni richiede a Israele la restituzione alla Siria del territorio occupato.
Dal 1974 le Nazioni Unite hanno costituito la missione UNDOF (United Nations Disengagement Observer Force), ossia una forza militare di interposizione che sorveglia un'area smilitarizzata situata tra le Alture occupate da Israele e la Siria, con il compito di mantenere il cessate il fuoco tra le forze israeliane e siriane e supervisionare l'attuazione degli accordi di disimpegno. Il mandato della missione di peace-keeping è stato rinnovato più volte ed è ancora oggi operativo.
Nonostante le numerose risoluzioni di condanna dell'ONU e le richieste di ritiro dal Golan, questo non è mai avvenuto a causa del fallimento dei negoziati tra Siria e Israele. Infatti, mentre la prima chiedeva il ritiro totale di Israele alla “linea del 4 giugno ‘67”, la seconda condizionava il ritiro dal Golan al raggiungimento di accordi che soddisfacessero i suoi bisogni in materia di sicurezza nazionale e approvvigionamento idrico.
Le ultime negoziazioni tra Siria e Israele ebbero luogo durante il primo decennio del 2000, ma l'intransigenza delle due parti portò a un congelamento delle loro relazioni. Nonostante la risoluzione, in linea di principio, di tutte le questioni ritenute fondamentali, ad oggi non esiste una pace formale tra Siria e Israele e i due Stati non sono mai riusciti neppure a instaurare normali relazioni diplomatiche ed economiche.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZ IONE I l p re se nt e lavor o vuole e sser e un c ontribut o a ll a rif lessione sull’argomento delle Alture del Gola n c ome o gge tt o de l c ontende r e tra due S tati de l Vic ino Or ient e : la R e pubbli c a Ar a ba di S iria e lo S tato di I sra e le. Situate all’incrocio dei confini tra Israele, Libano, Siria e Giordania , le Alture de l Gola n si trova no in una posi z ion e di g ra nd e rile v a nz a st ra te g ica . L a fe rtili tà de l ter re no di ori g ine vulcanica, l’altitudine che offre un ottimo punto di osservazione sui territori sottostanti e la ric c he z z a di rise rve idric he , rendono l’altopiano prezioso per chi ne det ie ne la sovra nit à e a l c ontempo a nc h e mol to a mbi to. Già sogge tt e a l m a nda to fr a nc e se d a l 1923, le A lt ure e ntra rono a fa r pa rte de ll o S tato sir iano indi pe nde nte ne l 19 4 6; n e l c orso de ll a g ue rr a de i S e i Giorn i de l g iu g no 1967 , il Gola n fu oc c up a to da I sra e le e q ua tt ordic i a nni più ta rdi, gra z ie a una le gg e approvata dalla Knesset, diventò parte integrante dell’ Ere tz Y isr ae l . Que sta a nne ssi one , tut tavia non ha mai ott e nuto a lcu n ric onosc im e nto da ll a c omuni tà int e rna z ionale e que sta da de c e nni ric hiede a I sra e le la r e sti tuz ione a ll a S iria de l t e rr it orio oc c upa to. Da l 1974 le N a z ioni Unite ha nno c osti tui t o la mi ssi one UN DO F ( United N ati ons Dise ngage me nt Obse r v e r Forc e ), ossi a una for z a mi l it a re di int e rposiz ione c he sorve g li a un’a re a smi li tar izz a ta sit ua ta tra le Alture oc c up a te da I sr a e le e la S iria , c on il c ompi to d i mantenere il cessate il fuoco tra le forze israeliane e siriane e supervisionare l’attuazione degli a c c ordi di disi mpeg no. I l manda to de ll a mi ssi one di pe ac e - k e e ping è stato rinnova to più volt e e d è a n c ora o gg i ope ra ti v o . Nonostante le numerose risoluzioni di condanna dell’ONU e le richieste di ritiro dal Golan, que sto non è mai a vve nut o a c a usa d e l fa ll im e nto d e i ne g oz iati tra S iria e I sr a e le . I n fa tt i, mentr e la prima chiedeva il ritiro totale di Israele alla “linea del 4 giugno ‘67”, la se c onda c ondiz ionava il ritiro da l Gol a n a l ra gg i ung im e nto di ac c ordi c he soddi sfa c e sser o i suoi bi sog ni in m a ter ia di sicur e z z a na z ionale e a pp rovvig ioname nto i dri c o. L e ult im e ne g oz iaz ioni tra S iria e I sr a e le e bbe ro lu og o dur a nte il prim o de c e nnio del 2000, ma l’ int ra nsig e nz a de ll e due pa rti portò a un c ong e lame nto de ll e loro re laz ioni . Nonostante la risoluz ione , in l inea di princ ipi o , di tut te le que sti oni rite nute fonda menta li , a d ogg i non e sis te una pa c e fo rma le tra S iria e I sr a e le e i due S tati non sono mai riusc it i n e ppure a inst a ura re norma li re laz ioni dipl o m a ti c he e d e c onomi c he . N e i ra pporti t ra i due Pae si , il Gola n c osti tui sc e un int e re sse c he è a ll o s tesso tempo re a le – l’accesso alle acque del Giordano e del lago di Tibe ria de – e sim boli c o, di org o g li o na z ionale .

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi