Skip to content

Visioni dell'urbano: la metropoli nel fumetto

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Alberghini
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1995-96
  Università: Università IUAV di Venezia
  Facoltà: Architettura
  Corso: Architettura
  Relatore: Gaddo Morpurgo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 219

Analisi dell'immaginario metropolitano attraverso il fumetto e i suoi rapporti con gli altri media.
Muovendo dalla considerazione che quello della "città" è un tema che si presta ad una trattazione di tipo interdisciplinare, questo lavoro si pone l'obbiettivo di illustrare il contributo che l'analisi del fumetto, inteso quale prodotto editoriale a larga diffusione, può offrire alla conoscenza dei fenomeni urbani, i quali da sempre costituiscono l'oggetto privilegiato delle sue rappresentazioni.
Si ritiene che il contributo di specificità della tesi stia nella dimensione narrativa del fumetto, nella caratteristica fusione di spazio e tempo agita nelle sue immagini sequenziali dall'evidente carattere metaforico. Immagini che costituiscono una soglia tra la realtà visibile e un immaginario invisibile necessariamente collettivo date le caratteristiche del mezzo, che si presenta come un intreccio complesso di espressione, tecnica e mercato in grado di assorbire rapidamente i mutamenti in atto nel sistema mediatico complessivo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
introduzione 1 introduzione Questo lavoro muove dalla constatazione che la citt non Ł solo materializzazione di assetti economici e sociali ma anche terreno di pratiche culturali e simboliche in continuo fermento. Di conseguenza esso punta l’attenzione sulla dimensione antropologica del vivere urbano, e in particolare sull’importanza di quel repertorio di simboli, miti e immagini legato alla cultura metropolitana che Ł il prodotto dell’immaginazione sia del singolo individuo che della collettivit . In un’ottica trans-disciplinare, i fenomeni urbani trovano allora un efficace strumento di comprensione nell’indagine sull’immaginario collettivo, indagine che si rivela anzi necessaria, se non addirittura fondante, per qualsiasi pratica progettuale, a qualunque livello, che voglia ricomporre e superare la contrapposizione tra cultura dell’abitare e cultura del costruire, ricucendo il profondo distacco tra la realt della metropoli e il sapere dei suoi pianificatori. Nella consapevolezza, tuttavia, che: "(...) se l’architettura sceglie, rispetto alla metropoli, l’astrazione, fa proprio un regime ’schizomorfo’ (separativo) dell’immaginario; non pu prefigurare allora che simboli silenziosi del deserto. Sforzandosi di produrre esclusivamente opere paradigmatiche e monumenti, essa finisce con l’emettere messaggi insignificanti per l’eccesso di significati non decodificabili dall’uomo-massa. ’Dice’ troppo poco, e vuol dirlo solo a chi gi sa . Perviene dunque all’enigma, ed infine al silenzio. Se invece l’architettura sceglie, rispetto alla metropoli, la immedesimazione, fa proprio un regime ’ixomorfo’ (confusivo) dell’immaginario; non pu prefigurare allora che labirinti. Sforzandosi di lavorare per la s-definizione dell’arte e per la esteticit diffusa, essa si consuma in messaggi banali per l’eccesso di ridondanza informativa. ’Dice’ troppo, e vuol dirlo a tutti. Il parossismo della comunicazione equivale, nuovamente, al silenzio. La rottura dei codici linguistici, ed il loro proliferare, sono spinti oltre la babele, fino al rischio dell’afasia." 1 1 Cfr. Donatella Mazzoleni, L’habitat come corpo discontinuo in Donatella Mazzoleni, Pasquale Belfiore, Metapolis. Struttura e storia di una grande citt , Officina, Roma, 1983, pp. 28-29

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

appleseed
benoît peeters
comics
daredevil
dean motter
dylan dog
françois schuiten
frank miller
ghost in the shell
manga
masamune shirow
metropoli
terminal city
will eisner
fumetti

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi